Breaking News

venerdì 9 novembre 2018

Breaking News: Appena pubblicato il bando del Concorso Straordinario Scuola Infanzia e Primaria. Bussetti lo annuncia su Facebook

Apparso su Facebook alle h. 21 circa di venerdì 9 novembre 2018, un post del Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, che annuncia ufficialmente la pubblicazione del Bando relativo al Concorso Straordinario per la Scuola dell'Infanzia e Primaria.

Le domande dovranno essere presentate a partire da lunedì 12 novembre, entro e non oltre le h. 23:59 di mercoledì 12 dicembre 2018.

Ecco la dichiarazione del ministro "È appena stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso straordinario per infanzia e primaria che abbiamo previsto con il decreto legge dignità. Stiamo mantenendo gli impegni presi: abbiamo sbloccato una situazione che ha tenuto sospesi per mesi migliaia di insegnanti italiani.

Abbiamo anche inviato al Ministero dell'Economia e delle Finanze la richiesta per far partire un concorso ordinario, sempre per la #scuola dell’infanzia e primaria, da oltre 10.000 posti fra quelli comuni e di sostegno.

Vogliamo dare rapidamente risposte ai docenti che attendono di poter entrare in ruolo e alle esigenze degli istituti e delle comunità scolastiche."

Da quando è possibile presentare le domande e fino a quando?
L'art. 4 al comma recita "1. I candidati possono presentare istanza  di  partecipazione,  a pena di esclusione, in un'unica regione,  ad  eccezione  della  Valle d'Aosta e del Trentino-Alto Adige, per una  o  piu'  delle  procedure concorsuali per le quali posseggano i requisiti di cui all'art. 3 del presente bando. Il candidato concorre per piu' procedure  concorsuali mediante la presentazione di un'unica istanza con l'indicazione delle procedure concorsuali cui intenda partecipare. 
    2.  I  candidati  presentano  l'istanza  di   partecipazione   ai concorsi, esclusivamente, attraverso il sistema informativo POLIS  ai sensi del decreto legislativo 7  marzo  2005,  n.  82,  e  successive modificazioni. Le istanze presentate con modalita' diverse  non  sono prese in considerazione. 

    3. L'istanza di partecipazione al  concorso  tramite  POLIS  deve essere presentata a partire dalle ore 9,00 del 12 novembre 2018  fino alle ore 23,59 del 12 dicembre 2018".

Scarica il Bando dalla Gazzetta Ufficiale
Leggi ...

domenica 28 ottobre 2018

Concorso Straordinario docenti Primaria e Infanzia. Uscito il decreto. Ora il bando finale e per i diplomati magistrali prima del 2001 ultima possibilità?



26 ottobre 2018
Prof. Pierino V. Guerisoli - assodocenti

Il Concorso straordinario è riservato ai docenti di infanzia e primaria diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 o laureati in Scienze della formazione primaria, tutti con almeno due anni di servizio. Il decreto, che porta la data del 17/10/2018 è stato in realtà pubblicato in Gazzetta Ufficiale venerdì 26/10/2018, con allegati i programmi di studio, le tabelle di valutazione dei titoli di servizio e culturali/professionali. Seguirà entro fine anno, il bando vero e proprio. Le Istanze di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, entro 30 giorni dalla data che sarà prevista sul bando.

Cosa prevede il decreto appena pubblicato?
Come previsto dalla cosiddetta “Legge Dignità” il 26 ottobre è stato pubblicato il decreto, firmato in il 17 ottobre dal Ministro Bussetti.
Il decreto contiene la descrizione dettagliata del contenuto del bando (che uscirà entro fine anno), i termini e le modalità di presentazione delle domande, i titoli valutabili, le modalità di espletamento della prova orale, i criteri di valutazione dei titoli e della prova orale, nonché la composizione delle commissioni di valutazione, i programmi di studio e per la prima volta, sono previste le griglie di valutazione nazionali, che dovranno essere utilizzate da tutte le commissioni.
Alla pubblicazione del Decreto, seguirà la pubblicazione del Bando di Concorso vero e proprio.

Quando uscirà il bando e quando avrà luogo il concorso?
Quello previsto dalla Legge Dignità, è il “Concorso Straordinario riservato ai docenti con diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in Scienze della formazione primaria con due annualità di servizio specifico negli ultimi otto prestati nella scuola statale
Il concorso si svolgerà nell’a.s. 2018/19 in modo da garantire le prime assunzioni già dall’a.s. 2019/20.
Il Decreto appena pubblicato, prevede che le graduatorie di Merito (GMR) siano approvate dei dirigenti degli USR, entro il 30 luglio 2019. Per questo appare indispensabile che le prove abbiano inizio entro il mese di aprile 2019 e terminino non oltre la fine di giugno 2019.
Vista l’esperienza dell’ultimo concorso Riservato 2018 (Scuola Secondaria), le cui operazioni concorsuali dovevano essere ultimate nell’agosto 2018, mentre sono invece ancora in corso e si protrarranno forse oltre la metà del 2019, è tassativo per il MIUR, pubblicare il bando non oltre la fine di febbraio 2019, meglio se entro gennaio 2019 e non ne è esclusa la pubblicazione entro fine 2018.

Chi può partecipare al concorso?
Il concorso sarà riservato ai docenti con diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in Scienze della formazione primaria con due annualità di servizio specifico negli ultimi otto prestati nella scuola statale. Nel computo dei due anni di servizio necessari a maturare il requisito per la partecipazione è escluso il servizio prestato nelle scuole paritarie, anche se ai fini del calcolo del punteggio sarà valutato 5 punti ogni anno di servizio prestato sia in scuole statali che paritarie.
L’esclusione del servizio nelle paritarie per la maturazione del requisito di partecipazione al concorso, anche se valutata ai fini del punteggio, darà sicuramente luogo ad una pletora di ricorsi, come ormai accade sempre in questi casi. Nelle provincie autonome di Trento e Bolzano, l’anzianità di servizio richiesta sarà di tre anni.
Al concorso saranno ammessi anche i docenti di ruolo in possesso dei requisiti di accesso.

Perché per i diplomati magistrali che hanno conseguito il diploma prima dell'anno scolastico 2001-2002 potrebbe essere l'ultima occasione?
Quello previsto dal decreto appena pubblicato è un Concorso Straordinario, che il nuovo governo ha previsto come escamotage per risolvere la spinosa questione delle migliaia di Docenti di Scuola Primaria per i quali, una sentenza del Consiglio di Stato aveva previsto un licenziamento beffa, successivamente all'immissione in ruolo.
Com'è noto successivamente all'anno scolastico 2001-2002 il diploma magistrale non è più sufficiente ed abilitante per accedere all'insegnamento e il titolo di accesso richiesto è la  laurea in Scienze della Formazione Primaria.
Per questo, proprio per sanare la situazione dei diplomati magistrali, che avevano avuto accesso all'insegnamento ed avevano maturato servizio è stata prevista questa speciale procedura, che in quanto Concorso Straordinario Riservato, sarà irripetibile. A questo seguiranno sicuramente, come annunciato dal MIUR gli altri concorsi ordinari, ma per accedervi sarà probabilmente necessaria la Laurea in Scienze dalle Formazione Primaria, o nel caso in cui dovesse ancora essere possibile la partecipazione ai diplomati magistrali pre a.s. 2001-2002, è ipotizzabile una penalizzazione di fatto, in termini di punteggi, rispetto ai laureati in s.f.p., ai quali sarà probabilmente assegnata una maggior premialità al titolo. 
Questa tendenza appare fra l'altro, già fra le righe del decreto appena pubblicato, che prevede al punto A.1.2 della tabella titoli, l'attribuzione di 5 punti per chi ha conseguito a Laurea in Scienze della Formazione Primaria, mentre ai diplomati magistrali con un punteggio di diploma minore uguale a 75 non verrà attribuito punteggio per il titolo.
Ecco quindi che per i diplomati magistrali con almeno 2 anni di servizio maturati negli ultimi 8,  questa potrebbe essere l'ultima occasione. 
A questo concorso straordinario potranno comunque partecipare anche i laureati in Scienze della Formazione primaria, a patto che abbiano anche loro, maturato il requisito dei due anni di insegnamento negli ultimi otto.

Quali sono i titoli valutabili e come sarà la ripartizione fra titoli e risultati delle prove.
E’ bene sottolineare che, in analogia al Concorso riservato ai docenti di scuola secondaria, attualmente in svolgimento, il concorso sarà senza sbarramento, ovvero senza bocciati, ma l’avervi partecipato, non implicherà automaticamente l’accesso al ruolo, che dovrà avvenire in base ad una Graduatoria di Merito, sulla base delle disponibilità di posti, come sempre avviene nei concorsi pubblici, anche riservati, per cui è fondamentale massimizzare il proprio punteggio in graduatoria, effettuando un’ottima prova orale e presentandosi con il massimo dei titoli valutabili.
Il punteggio per la Graduatoria di Merito, dipenderà per 70% dai titoli e per il 30% dal punteggio attribuito alla prova orale, che sarà di tipo didattico-metodologico e consisterà principalmente in una Lezione Simulata con esplicitazione e motivazione delle scelte progettuali e pedagogiche, con modalità descritte dettagliatamente nel decreto. Per la prima volta saranno utilizzate Griglie di Valutazione definite a livello nazionale..

Il concorso Riservato sarà per Titoli ed esami. Cosa vuol dire?
Saranno valutati sia titoli di servizio che titoli professionali e culturali ulteriori rispetto al titolo di accesso
La tabella è contenuta nell’allegato C al decreto.
I titoli di servizio che saranno valutati, saranno quelli relativi al “Servizio di insegnamento prestato, su posto comune e di sostegno, nel solo grado per cui si procede alla valutazione, nelle scuole statali o paritarie e nelle istituzioni convittuali statali”.

Quali i titoli professionali e culturali ulteriori rispetto al titolo di accesso?

Saranno valutati con specifico punteggio vari titoli specificati nell’allegato C al decreto. Fra i vari titoli:
  •   Certificazioni linguistiche di livello almeno C1 in lingua straniera (solo Inglese per la Scuola Primaria) conseguite ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 7 marzo 2012, prot. 3889” …”esclusivamente presso gli Enti certificatori ricompresi nell’elenco degli Enti certificatori riconosciuti dal Miur ai sensi del predetto decreto”, in base a tale tabella al livello C1 dovrebbero essere attribuiti 2 punti ed al livello C2 ben 3 punti.
    Si consideri che ad una laurea specialistica vengono attribuiti solo 2,5 punti e ad una triennale 1,5 punti;
  • Diplomi di perfezionamento post diploma o post laurea e Master universitario di I o II livello da 60 CFU (0,50 punti per ciascun diploma di perfezionamento o master, per un massimo di 3 diplomi, conseguiti in 3 diversi anni).
I titoli devono essere conseguiti prima della scadenza del bando. Considerato che le domande dovranno essere presentate come di consueto entro il 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando, che è ipotizzata fra fine e l’inizio 2019, è IMPORTANTISSIMO aver conseguito tali titoli, al massimo entro fine gennaio 2019.

Considerato che per sostenere l’esame finale di un MASTER o CORSO DI PERFEZIONAMENTO, occorrono almeno 180 giorni (6 mesi) dalla data di immatricolazione, chi non dispone già di tali titoli, non  riuscirà a conseguirli in tempo.

Cosa deve fare chi vuole aumentare il punteggio titoli, da possedere entro la scadenza del bando?
In sintesi per chi non li possiede ancora e non si è ancora attivato è indispensabile darsi subito da fare per conseguire i titoli il prima possibile. Per questo concorso è quindi inutile iscriversi a Master e a Corsi di perfezionamento, perché si rischierebbe fortemente di non conseguire il titolo in tempo

L’unica cosa da fare è conseguire Certificazioni Linguistiche di Livello C1 o C2. Considerati i tempi non proprio brevissimi per l’organizzazione degli esami, che devono essere prenotati con largo anticipo,  è vitale procedere fin da ora, per mettersi in condizione di sostenere l’esame di certificazione entro  e non oltre gennaio 2019 ed avere l’esito in due settimane. L'importanza della buona conoscenza di una lingua straniera non si esaurisce per la parte titoli, che ricordiamo avrà valore massimo del 70%. Nella prova orale che varrà il restante 30%, la griglia di valutazione ministeriale prevede che sia valutata fino a 5 punti sui 30 totali, la "capacità di comprensione scritta e produzione orale adeguata almeno al livello B2 del QCER" (QuadroComune Europeo) con "Capacità di comprensione, di argomentazione e di esposizione, correttezza grammaticale e sintattica; capacità di utilizzare correttamente espressioni di ordine generale e professionale".
E' quindi fondamentale e praticamente vitale, acquisire una buona conoscenza di una Lingua Straniera, meglio se inglese.

Le Certificazioni informatiche, saranno valutate?
In questo concorso ed in analogia ai precedenti concorsi 2012, 2016 e al Riservato Secondaria del 2018, le certificazioni informatiche (ECDL, EIPASS, MOS, etc.) non saranno valutate mentre rimarranno valide ai fini delle Graduatorie d’Istituto che chi non entrerà in ruolo con questo concorso, dovrà aggiornare nel 2020. Si sottolinea che il possesso di buone competenze digitali, è assolutamente necessario per ottenere un buon punteggio nella prova orale, in quanto alla "Competenza nell'utilizzo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione" (TIC) come previsto nelle Griglie di Valutazione pubblicate, potranno essere attribuiti fino a 4 punti sui 30 totali della prova.

Oltre ai titoli cosa è importante?
Considerato che l’immissione in ruolo dipenderà dalla posizione in Graduatoria di Merito, anche se non ci saranno bocciati, è evidente che bisognerà puntare al miglior risultato e massimo punteggio dalla prova orale, consistente in una prova didattico metodologica (Lezione Simulato), preparando la propria performance nei minimi dettagli, suscitando nelle commissioni giudicatrici la migliore impressione possibile.

A chi rivolgersi e dove e quando è possibile frequentare questi corsi?

Mediastaff Istituto Kant Global Learning Provider è uno dei più prestigiosi provider di formazione per il mondo della Scuola, è accreditato MIUR per la formazione del personale docente ed opera in tutta Italia, con corsi in presenza e in modalità e-learning o blended. Nell’ultimo triennio oltre 15.000 docenti 
hanno scelto con soddisfazione i corsi superintensivi in presenza, tenuti principalmente nei week-end, per essere fruibili da chiunque senza interferire con gli impegni lavorativi infrasettimanali.




In occasione dell'urgenza e dell'imminenza di Concorsi Riservati ai Docenti della Primaria, Mediastaff Istituto Kant, ha attivato Corsi di Lingua Inglese in modalità Semintensiva articolati in 6 sabati o domeniche full-immersion, con 6 lezioni da 8 ore che inizieranno a partire da sabato 3 novembre con esame di certificazione finale entro il 8 dicembre e successivamente in Modalità Superintensiva nel periodo delle vacanze natalizie, articolati in 6 lezioni full immersion tutti i giorni, che inizieranno subito dopo Natale, per concludersi entro l'Epifania, In ambedue i casi a fine corso, saranno sostenuti gli esami per il rilascio delle Certificazioni esol ANGLIA AIM AWARDS riconosciuta dal MIUR per tutti i concorsi e graduatorie.

Per massimizzare il punteggio della prova orale è consigliatissimo il Corso "Il mio concorso docenti", che in una sola giornata full-immersion da 8 ore, fornisce tutti gli elementi e i modelli anche comunicazionali, per la miglior performance concorsuale e puntare quindi al massimo punteggio, organizzando per tempo lo studio.

INFORMAZIONI 
Per informazioni più dettagliate, ricevere la modulistica e conoscere le procedure per l’ eventuale iscrizione sono disponibili i siti web:

  • Per i corsi di inglese in modalità semintensiva e superintensiva in presenza o su quelli in modalità e.learning, con Certificazioni C1 o C2 visitare  www.inglesedocenti.it 
  • per la giornata formativa per massimizzare il risultato della prova orale visitare www.ilconcorsodocenti.it  

o inviare una mail a info@mediastaff.com

In alternativa potete telefonare al numero
0187 518940,  ESCLUSIVAMENTE nel seguente orario:
- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 19:00;
- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00. 
Nel caso in cui non si abbia risposta, si prega di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate

Clicca qui sotto per:
  1. visualizzare il decreto ;
  2. visualizzare l’allegato C (Tabella di Valutazione deiTitoli)
  3. visualizzare l’allegato B (Griglie di Valutazione)
  4. visualizzare l’allegato A (Programmi Concorsuali)
#concorso #scuola #primaria #infanzia #docenti #insegnanti #diplomati #magistrali #scienze #formazione #sfp

Leggi ...

sabato 27 ottobre 2018

ECDL BASE e STANDARD: massimo punteggio in tutti Concorsi e Graduatorie PA. A La Spezia 3 corsi in partenza



Mediastaff Istituto Kant sta attivando, dal 15 novembre 2018 tre nuovi corsi per la Patente Europea del Computer Nuova ECDL BASE, STANDARD e FULL STANDARD con esami di certificazione in sede. Iscrizioni aperte. Corsi finanziabili anche con la CARTA DEL DOCENTE 

  1. edizione 1 – con 2 lezioni a settimana, il martedì e giovedì, dalle h. 17:00 alle h. 19:00 – inizio 15/11/2018 con fine prevista per il 04/03/2019;
  2. edizione 2 – con 2 lezioni a settimana, il lunedì e mercoledì, dalle h. 17:00 alle h. 19:00 – inizio 19/11/2018 con fine prevista per il 06/03/2019;
  3. edizione 3 – semintensiva con 1 lezione a settimana, il venerdì,  dalle h. 16:00 alle h. 19:00 – inizio 16/11/2018 con fine prevista per il 01/04/2019;

I corsi e gli esami, si svolgeranno nella sede di Mediastaff Istituto Kant a La Spezia in Piazza J. F. Kennedy, 27. Gli esaminatori accreditati saranno i docenti del corso.

La Patente Europea del Computer ECDL che ora di chiama Nuova ECDL, è rinnovata nei contenuti ed è un percorso formativo, basato su un modello riconosciuto in 150 paesi del mondo e facente parte integrante del Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze recentemente istituito nel nostro paese ed è indispensabile per tutti i concorsi pubblici.

Dal gennaio 2015 la NUOVA ECDL sostituisce completamente, la vecchia Patente Europea "classica" denominata ECDL CORE LEVEL, mandata definitivamente in pensione dopo quasi vent'anni di onorato servizio, nei quali è divenuta la certificazione delle competenze informatiche trasversali a qualsiasi profilo professionale, più diffusa e affermata nel mondo.

Perché è importante aver conseguito la Patente Europea del Computer ECDL?
L'importanza di ECDL, soprattutto nella sua nuova declinazione, è evidente sulla base dei riconoscimenti pubblici e privati. Da qualche anno, diverse istituzioni, come il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca , Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, assegnano un determinato riconoscimento, sotto forma di punteggi e/o preferenze alla certificazione ECDL, cosa che ha certamente contribuito al suo successo in Italia. Ad esempio gli insegnanti e il personale ATA delle scuole pubbliche che conseguono ECDL, ottengono il riconoscimento di punteggi validi per le graduatorie e anche Marina Militare, Esercito e altre forze armate, riconoscono punteggi ai candidati ai concorsi per Volontari di Ferma Prolungata o nei concorsi interni di avanzamento di carriera, così come sempre più sono le Amministrazioni Pubbliche che oltre ad attribuire significativi punteggi al possesso dell'ECDL, la inseriscono fra i requisiti d'accesso. ECDL è fondamentale per le selezioni riservate agli iscritti al collocamento mirato ai sensi della Legge 68, gestite dai Centri per l'Impiego e il suo conseguimento agevola sicuramente l'inserimento lavorativo.  

Nella maggior parte dei bandi di selezione riservati a chi usufruisce dei benefici previsti dalla L. 68, viene riconosciuto un punteggio aggiuntivo o preferenziale a chi è in possesso della certificazione ECDL Patente Europea del Computer.

Nel 2018/2019 è prevista l'uscita di numerosi concorsi, anche per diplomati. Nei prossimi mesi, avrà luogo la pubblicazione di nuovi bandi che permetteranno diplomati e laureati di poter essere assunti presso il MIUR(Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca) con ben 3 concorsi per i docenti di scuola secondaria ed almeno un concorso per docenti di scuola primaria e dell'infanzia, l'Agenzia delle Entrate, l’INPS (previsti 2 concorsi, il MEF (Ministero Economia e Finanza), la Polizia Penitenziaria, la Guardia di Finanza, e diversi ministeri tra i quali il Ministero dei beni culturali e amministrazioni pubbliche.

Il Ministero della Giustizia, ha fatto sapere che nel 2018, quindi ben oltre 25 anni dall'ultima volta, sono state programmate altre 1400 assunzioni nei tribunali con contratto a tempo indeterminato, al fine di colmare un vuoto d'organico e consentire il buon funzionamento dei tribunali medesimi.

I titoli di studio richiesti, saranno definiti dai singoli bandi, ma è bene ricordare che per partecipare ai concorsi pubblici è necessario dimostrare di saper utilizzare il computer e conoscere almeno una lingua straniera (LEGGE BASSANINI n. 387 del 27/10/98 art. 13).

E' pertanto consigliabile per tutti essere pronti e conseguire per tempo:

  1. una certificazione informatica riconosciuta come ECDL;
  2. una certificazione linguistica riconosciuta dal MIUR, almeno di livello B2

Quali sono i numeri di ECDL?
I numeri sono semplicemente impressionanti: ECDL denominata anche ICDL (International Computer Driving Licence) nei paesi extraeuropei, è diffusa, da quasi vent'anni, in oltre 150 paesi ed è possibile sostenere gli esami, in più 50 lingue, in 24.000 sedi di esami nel mondo, delle quali circa 3.000 in Italia. Sono più di 12.000.000 le persone che hanno iniziato un percorso di certificazione ECDL e si stima che venga condotto 1 esame ECDL ogni 4 secondi. Quando si parla di Certificazione delle competenze informatiche di base, con spendibilità planetaria, non ci si può che riferire ad ECDL/ICDL, gli altri modelli di certificazione, semplicemente sono molto meno diffusi e conseguentemente spendibili.
La società spezzina Mediastaff Istituto Kant è annoverata fra i più importanti Test Center italiani ed accreditata fin dal 1998. Oggi opera in tutta Italia e solo nell'ultimo triennio ha gestito quasi 300 edizioni di corsi ECDL in tutto il paese, certificando oltre 16.000 persone. 

Nuova ECDL: cosa cambia rispetto alla "vecchia" ECDL?
La Nuova ECDL si compone di due certificazioni: ECDL Base ed ECDL Standard/Full Standard.

ECDL Base contiene le competenze considerate necessarie per l'alfabetizzazione digitale. E' composta da quattro moduli dedicati alle conoscenze fondamentali per l'uso del computer e degli altri strumenti digitali, per l'utilizzo del Web, per la scrittura ed il calcolo con programmi a ciò dedicati.

Sulla base della certificazione di tali competenze, essenziali per essere pienamente "cittadini digitali", è possibile accedere a competenze più specializzate conseguendo la certificazione ECDL Standard e Full Standard. In questa certificazione sono previsti anche moduli dedicati all'utilizzo di programmi per realizzare presentazioni, e due moduli del tutto nuovi dedicati alla online collaboration (per usare strumenti di collaborazione in rete, con PC o in mobilità, social network, applicazioni in cloud ed alla IT Security, così da utilizzare in modo sicuro le tecnologie digitali proteggendo la propria identità e i dati, garantendo la sicurezza della connessione, degli strumenti digitali utilizzati, delle reti a cui si accede.

Perché è importantissimo conseguire la Nuova Patente ECDL o aggiornare quella "vecchia" ECDL Core Level?
Per attestare in ogni ambito lavorativo o accademico, il possesso di indispensabili competenze aggiornate e certificate. In particolare la NUOVA ECDL FULL STANDARD, la nuova certificazione, che dal 1 gennaio 2015 sostituisce completamente, la vecchia Patente Europea "classica" ECDL CORE LEVEL è attualmente l'UNICA CERTIFICAZIONE con accreditamento ACCREDIA, che in forza di tale accreditamento è l'unica di tipo "trasversale", comune, cioè, a tutte le figure professionali, non solo del mondo ICT. L'accreditamento è una garanzia, fornita da una terza parte designata dallo Stato italiano, per l'appunto ACCREDIA, dell'imparzialità, correttezza, assenza di discriminazioni e trasparenza del processo di certificazione, a tutela di tutti i soggetti coinvolti (AICA, Test Center, Persona certificata) e di tutte le parti interessate (datori di lavoro, scuole, università, pubblica amministrazione): accresce la fiducia nelle competenze attestate dal Certificato e la loro circolazione nella società e sul mercato. L'accreditamento è una garanzia di spendibilità del Certificato per la persona certificata, di affidabilità per l'impresa e per le Istituzioni che lo riconoscono.

In particolare, l'accreditamento rende la certificazione ECDL Full Standard conforme al Decreto Legislativo n. 13 del 16 Gennaio 2013, il quale stabilisce che i certificati emessi da privati, come AICA, possono entrare a far parte del Sistema Nazionale, purché accreditati dall'organismo italiano competente. Con l'accreditamento, ECDL Full Standard può quindi inserirsi nel Sistema Nazionale delle Certificazioni e nel Registro Nazionale delle Competenze, rafforzandone la spendibilità.

E la vecchia ECDL Core Level?
La vecchia ECDL CORE LEVEL non ha la stessa spendibilità, perché sprovvista di accreditamento ACCREDIA, inoltre dal 31/12/2014, la ECDL tradizionale è stata mandata "in pensione" perché obsoleta ed è stata sostituita dalla NUOVA ECDL.

Si sente spesso parlare di alternative ad ECDL come ad esempio EIPASS, che differenza fra ECDL e EIPASS?
Sostanzialmente non ci sono grandi differenze, ma le certificazioni ECDL sono le più diffuse a livello mondiale, con oltre 12 milioni di persone certificate attraverso 24.000 test center accreditati in 144 paesi, mentre EIPASS è scarsamente diffusa al di fuori dell’Italia e di pochi altri paesi. Questa la ragione per cui una certificazione ECDL ha una maggiore spendibilità, al punto che in alcuni concorsi garantisce un punteggio maggiore.

Dove e come frequentare i corsi per la nuova ECDL e sostenere gli esami di certificazione?

Mediastaff Istituto Kant Global Learning Provider  è Test Center la società spezzina nata nel 1997, è accreditato come Test Center fin dalla sua nascita ed pertanto il centro con la maggiore esperienza di tutta la Provincia della Spezia. Negli utimi anni, partendo da La Spezia è divenuta uno dei più prestigiosi provider di formazione nazionali, con corsi in presenza e in modalità e-learning o blended. Nell’ultimo triennio oltre 16.000 persone di tutte le regioni, da nord a sud, hanno scelto con soddisfazione i nostri corsi 


INFORMAZIONI 
Per informazioni più dettagliate, può scaricare la brochure del corso al seguente link:

http://www.mediastaff.com/pdf/moduli/BrochureCompletaECDL2018.pdf
 è necessario inviare una mail anche vuota al risponditore automatico ecdl@mediastaff.com (attivo 24 h. su 24 e 7 gg su 7) o per quesiti specifici a  info@mediastaff.com (disponibile solo in orario di servizio). In alternativa potete venirci a trovare nella nostra sede di Piazza J. F. Kennedy, 27 a La Spezia (orario continuato 09:00-19:00) o telefonare ai numeri 
0187 518940  , 0187 21442 o 393 9103965  ESCLUSIVAMENTE nel seguente orario:

-   da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 19:00;
-   il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00. 

Nel caso in cui non si abbia risposta, si prega di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate

Il nostro sito web: www.mediastaff.com
Leggi ...

PALERMO 15 DICEMBRE 2018 - preparazione ai 4 CONCORSI DOCENTI 2018/2019. Corso superintensivo di una giornata. L'arma SEGRETA per una bellissima prova orale


Corso superintensivo di una sola giornata, per una bellissima prova orale nei quattro concorsi docenti scuola secondaria, primaria e infanzia 2018/2019

Per tutti i tre concorsi della fase transitoria 2018/2019 del nuovo sistema di reclutamento della Scuola secondaria, nonché del nuovo riservato ai docenti di Scuola Primaria e dell'Infanzia, che uscirà fra fine 2018 e inizio 2019 è fondamentale superare brillantemente la prova orale. Per il Concorso Riservato e per il Riservato ai non abilitati con 36 mesi, è vitale per il superamento del concorso, poiché le prove saranno tutt'altro che facili; per quanto riguarda il Concorso riservato agli abilitati e per il Riservato della Scuola primaria, che sono senza sbarramento, ovvero senza bocciature, un buon punteggio potrà migliorare sensibilmente il posizionamento in GMR (Graduatoria di Merito Regionale) e di conseguenza accorciare notevolmente i tempi dell'accesso al ruolo. I soliti ben informati vociferano di differenze dell'ordine di anni fra i primi e gli ultimi inserimenti, soprattutto per alcune classi di concorso particolarmente affollate in alcune parti d'Italia.


Per questi motivi chi si presenta ad uno dei quattro concorsi, per i quali si prevedono moltissime domande, dovrà competere con concorrenti agguerritissimi. Sarà fondamentale aggiungere alla preparazione nelle discipline specifiche di ciascuna classe di concorso, tutti gli strumenti disponibili per la miglior performance durante i colloqui orali, per il superamento e/o il miglior posizionamento in GMR (Graduatoria di Merito Regionale)


Perché anche per il concorso riservato ai docenti abilitati, "senza sbarramento", ovvero senza bocciature della Secondaria e Primaria e Infanzia, è importante avere un buon punteggio?

E' vero che non ci saranno bocciati, ma la forbice temporale fra chi accederà al III anno di FIT, che varrà come anno di prova per l'immissione in ruolo, e chi dovrà aspettare prima di firmare il contratto potrà essere notevole, in particolare in alcune classi di concorso e in alcune regioni, soprattutto meridionali. Il punteggio totale per il posizionamento in GMR sarà derivante al 60% da titoli di servizio e culturali e al 40% dal risultato del colloquio orale, consistente in una lezione simulata. Per il concorso straordinario riservato ai docenti di scuola primaria e dellinfanzia, le percentuali saranno 70% per i titoli e 30% per la lezione simulata.

In tutti i 4 concorsi sarà importantissimo essere brillanti durante le prove, in particolare nell'orale, per questo proponiamo il Corso superintensivo di un giorno: "Il Concorso Docenti" l'arma segreta per una bellissima prova scritta e/o orale - corso di preparazione al concorso. Per tutti e 4 i concorsi è prevista una prova orale. Nello specifico, il concorso riservato agli abilitati prevede solo una prova orale senza sbarramento, ovvero senza bocciature, che consisterà in una lezione simulata su specifiche comunicate dalla commissione. Per il secondo concorso, il riservato ai non abilitati con i 36 mesi di servizio, le prove saranno due, una scritta e una orale. Per il concorso ordinario sono previste tre prove: due scritte e una oraleper il concorso della Scuola Primaria riservato ai Diplomati Magistrali e Laureati in Scienze della Formazione Primaria con almeno due anni di servizio, che sarà bandito fra fine 2018 e inizio 2019 è prevista una prova orale senza sbarramento.

Il corso full immersion tutto in una sola giornata di 8 ore "Il mio concorso docenti" è utilissimo per i 4 concorsi, a cominciare dal primo (riservato agli abilitati), in quanto le modalità di effettuazione delle prove orali sarà la medesima e consisterà in una prova di carattere Didattico Metodologica. 

In una giornata verrà fornito un quadro chiaro della composizione di tutte le prove per tutti i concorsi e saranno fornite indicazioni, sintetiche e soprattutto pratiche, da applicare per massimizzare il risultato, evitando errori di strategia e di comunicazione. Il pezzo forte della giornata saranno i "format" e le esercitazioni in aula di lezioni simulate.


Come fate a sapere dettagliatamente com’è strutturata la prova orale?
Gli articoli 6, 7, 8 e 9 del bando di concorso pubblicato in GU n.14 del 16-02-2018 descrivono CHIARAMENTE e DETTAGLIATAMENTE le modalità di effettuazione delle prove orali.
La descrizione è così dettagliata da averci permesso di progettare il format del nostro corso “Il mio concorso docenti” che, alla prova dei fatti, si è rivelato fin dall’inizio particolarmente efficace. Il corso consente a tutti coloro che dovranno sostenere la prova orale di uno dei concorsi di acquisire la preparazione per affrontarla al meglio.  Molti di coloro che hanno già frequentato il nostro corso e hanno poi sostenuto la prova orale del Concorso riservato ai docenti abilitati, già in corso, hanno avuto modo di verificarne l’efficacia e utilità. Ovunque le prove orali si stanno svolgendo come da noi previsto e il nostro format ha consentito a tutti di sostenere una bellissima prova orale, contrariamente a quanto sarebbe probabilmente avvenuto se non avessero partecipato.    

Perché il vostro corso di preparazione alla prova orale è indicato per tutti i tre concorsi della fase transitoria 2018-2019 del FIT della Secondaria e del riservato Primaria, quindi anche per chi sosterrà la prova orale dei concorsi che devono essere ancora pubblicati?
La bozza del regolamento dei concorsi per i docenti non abilitati con 24 CFU o 3 anni servizio, in circolazione fin dai primi di giugno, dice chiaramente che le prove orali dei concorsi consisteranno in una prova didattico-metodologica, consistente in una lezione simulata, esattamente come sta avvenendo per il concorso riservato ai docenti abilitati, attualmente in svolgimento. Inoltre il 29 maggio 2018, il C.S.P.I. (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione), l’organo consultivo interpellato dal MIUR, prima di rendere effettive le sue decisioni, ha espressamente richiesto che anche la prova orale del Concorso Ordinario consistesse in una lezione simulata.
Per completezza possiamo aggiungere che il corso “Il concorso docenti” sarà utilissimo anche per i docenti di Scuola Primaria che potranno partecipare al concorso riservato che sarà bandito nel 2019, come annunciato dal nuovo governo giallo-verde.
In pratica la prova didattico-metodologica, consistente in lezione una simulata, sarà simile per 4 concorsi:
  1.  Concorso riservato ai docenti di scuola secondaria, abilitati (in svolgimento);
  2. Concorso riservato ai docenti di scuola secondaria, non abilitati con 36 mesi di servizio
  3. Concorso ordinario per docenti di scuola secondaria (richiesti 24 cfu);
  4. Concorso per i docenti di Scuola Primaria riservato a docenti diplomati magistrali e a laureati in Scienze della Formazione Primaria con almeno 2 anni di servizio 
A chi rivolgersi e dove e quando è possibile frequentare questi corsi?

Mediastaff Istituto Kant Global Learning Provider è uno dei più prestigiosi provider di formazione per il mondo della Scuola ed opera in tutta Italia, con corsi in presenza e in modalità e-learning o blended. Nell’ultimo triennio oltre 15.000 docenti hanno scelto con soddisfazione i nostri corsi superintensivi in presenza, tenuti principalmente nei week-end, per essere fruibili da chiunque senza interferire con gli impegni lavorativi infrasettimanali.



La prossima edizione del corso "Il Concorso Docenti" di preparazione alla prova orale del concorso 2018 sarà a PALERMO sabato 15 dicembre 2018.

Quanto costa il corso? 
Il corso "Il Concorso Docenti" di preparazione alla prova orale dei 4 concorsi 2018 e 2019 costa normalmente € 249,00, ma è possibile iscriversi al prezzo promozionale "first minute" fino al 24 ottobre 2018. Le iscrizioni saranno accettate fino ad esaurimento posti e comunque non oltre il 14 dicembre  2018.

Com'è organizzata la giornata corsuale?
Si fa lezione in maniera molto intensiva, dalle h. 09:00 alle 13:00 e dalle h. 14:00 alle 16:30. Dalle 16:30 si passa all’applicazione pratica dei format con lavoro di gruppo. 

INFORMAZIONI 
Per informazioni più dettagliate, ricevere la modulistica e conoscere le procedure per l’ eventuale iscrizione è possibile visitare il sito web www.ilconcorsodocenti.it  o inviare una mail a info@mediastaff.com. In alternativa potete telefonare ai numeri 0187 518940,  ESCLUSIVAMENTE nel seguente orario:
- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 19:00;
- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00. 
Nel caso in cui non si abbia risposta, si prega di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate
Leggi ...

BOLOGNA 1 DICEMBRE 2018 - preparazione ai 4 CONCORSI DOCENTI 2018/2019. Corso superintensivo di una giornata. L'arma SEGRETA per una bellissima prova orale


Corso superintensivo di una sola giornata, per una bellissima prova orale nei quattro concorsi docenti scuola secondaria, primaria e infanzia 2018/2019

Per tutti i tre concorsi della fase transitoria 2018/2019 del nuovo sistema di reclutamento della Scuola secondaria, nonché del nuovo riservato ai docenti di Scuola Primaria e dell'Infanzia, che uscirà fra fine 2018 e inizio 2019 è fondamentale superare brillantemente la prova orale. Per il Concorso Riservato e per il Riservato ai non abilitati con 36 mesi, è vitale per il superamento del concorso, poiché le prove saranno tutt'altro che facili; per quanto riguarda il Concorso riservato agli abilitati e per il Riservato della Scuola primaria, che sono senza sbarramento, ovvero senza bocciature, un buon punteggio potrà migliorare sensibilmente il posizionamento in GMR (Graduatoria di Merito Regionale) e di conseguenza accorciare notevolmente i tempi dell'accesso al ruolo. I soliti ben informati vociferano di differenze dell'ordine di anni fra i primi e gli ultimi inserimenti, soprattutto per alcune classi di concorso particolarmente affollate in alcune parti d'Italia.


Per questi motivi chi si presenta ad uno dei quattro concorsi, per i quali si prevedono moltissime domande, dovrà competere con concorrenti agguerritissimi. Sarà fondamentale aggiungere alla preparazione nelle discipline specifiche di ciascuna classe di concorso, tutti gli strumenti disponibili per la miglior performance durante i colloqui orali, per il superamento e/o il miglior posizionamento in GMR (Graduatoria di Merito Regionale)


Perché anche per il concorso riservato ai docenti abilitati, "senza sbarramento", ovvero senza bocciature della Secondaria e Primaria e Infanzia, è importante avere un buon punteggio?

E' vero che non ci saranno bocciati, ma la forbice temporale fra chi accederà al III anno di FIT, che varrà come anno di prova per l'immissione in ruolo, e chi dovrà aspettare prima di firmare il contratto potrà essere notevole, in particolare in alcune classi di concorso e in alcune regioni, soprattutto meridionali. Il punteggio totale per il posizionamento in GMR sarà derivante al 60% da titoli di servizio e culturali e al 40% dal risultato del colloquio orale, consistente in una lezione simulata. Per il concorso straordinario riservato ai docenti di scuola primaria e dellinfanzia, le percentuali saranno 70% per i titoli e 30% per la lezione simulata.

In tutti i 4 concorsi sarà importantissimo essere brillanti durante le prove, in particolare nell'orale, per questo proponiamo il Corso superintensivo di un giorno: "Il Concorso Docenti" l'arma segreta per una bellissima prova scritta e/o orale - corso di preparazione al concorso. Per tutti e 4 i concorsi è prevista una prova orale. Nello specifico, il concorso riservato agli abilitati prevede solo una prova orale senza sbarramento, ovvero senza bocciature, che consisterà in una lezione simulata su specifiche comunicate dalla commissione. Per il secondo concorso, il riservato ai non abilitati con i 36 mesi di servizio, le prove saranno due, una scritta e una orale. Per il concorso ordinario sono previste tre prove: due scritte e una oraleper il concorso della Scuola Primaria riservato ai Diplomati Magistrali e Laureati in Scienze della Formazione Primaria con almeno due anni di servizio, che sarà bandito fra fine 2018 e inizio 2019 è prevista una prova orale senza sbarramento.

Il corso full immersion tutto in una sola giornata di 8 ore "Il mio concorso docenti" è utilissimo per i 4 concorsi, a cominciare dal primo (riservato agli abilitati), in quanto le modalità di effettuazione delle prove orali sarà la medesima e consisterà in una prova di carattere Didattico Metodologica. 

In una giornata verrà fornito un quadro chiaro della composizione di tutte le prove per tutti i concorsi e saranno fornite indicazioni, sintetiche e soprattutto pratiche, da applicare per massimizzare il risultato, evitando errori di strategia e di comunicazione. Il pezzo forte della giornata saranno i "format" e le esercitazioni in aula di lezioni simulate.


Come fate a sapere dettagliatamente com’è strutturata la prova orale?
Gli articoli 6, 7, 8 e 9 del bando di concorso pubblicato in GU n.14 del 16-02-2018 descrivono CHIARAMENTE e DETTAGLIATAMENTE le modalità di effettuazione delle prove orali.
La descrizione è così dettagliata da averci permesso di progettare il format del nostro corso “Il mio concorso docenti” che, alla prova dei fatti, si è rivelato fin dall’inizio particolarmente efficace. Il corso consente a tutti coloro che dovranno sostenere la prova orale di uno dei concorsi di acquisire la preparazione per affrontarla al meglio.  Molti di coloro che hanno già frequentato il nostro corso e hanno poi sostenuto la prova orale del Concorso riservato ai docenti abilitati, già in corso, hanno avuto modo di verificarne l’efficacia e utilità. Ovunque le prove orali si stanno svolgendo come da noi previsto e il nostro format ha consentito a tutti di sostenere una bellissima prova orale, contrariamente a quanto sarebbe probabilmente avvenuto se non avessero partecipato.    

Perché il vostro corso di preparazione alla prova orale è indicato per tutti i tre concorsi della fase transitoria 2018-2019 del FIT della Secondaria e del riservato Primaria, quindi anche per chi sosterrà la prova orale dei concorsi che devono essere ancora pubblicati?
La bozza del regolamento dei concorsi per i docenti non abilitati con 24 CFU o 3 anni servizio, in circolazione fin dai primi di giugno, dice chiaramente che le prove orali dei concorsi consisteranno in una prova didattico-metodologica, consistente in una lezione simulata, esattamente come sta avvenendo per il concorso riservato ai docenti abilitati, attualmente in svolgimento. Inoltre il 29 maggio 2018, il C.S.P.I. (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione), l’organo consultivo interpellato dal MIUR, prima di rendere effettive le sue decisioni, ha espressamente richiesto che anche la prova orale del Concorso Ordinario consistesse in una lezione simulata.
Per completezza possiamo aggiungere che il corso “Il concorso docenti” sarà utilissimo anche per i docenti di Scuola Primaria che potranno partecipare al concorso riservato che sarà bandito nel 2019, come annunciato dal nuovo governo giallo-verde.
In pratica la prova didattico-metodologica, consistente in lezione una simulata, sarà simile per 4 concorsi:
  1.  Concorso riservato ai docenti di scuola secondaria, abilitati (in svolgimento);
  2. Concorso riservato ai docenti di scuola secondaria, non abilitati con 36 mesi di servizio
  3. Concorso ordinario per docenti di scuola secondaria (richiesti 24 cfu);
  4. Concorso per i docenti di Scuola Primaria riservato a docenti diplomati magistrali e a laureati in Scienze della Formazione Primaria con almeno 2 anni di servizio 
A chi rivolgersi e dove e quando è possibile frequentare questi corsi?

Mediastaff Istituto Kant Global Learning Provider è uno dei più prestigiosi provider di formazione per il mondo della Scuola ed opera in tutta Italia, con corsi in presenza e in modalità e-learning o blended. Nell’ultimo triennio oltre 15.000 docenti hanno scelto con soddisfazione i nostri corsi superintensivi in presenza, tenuti principalmente nei week-end, per essere fruibili da chiunque senza interferire con gli impegni lavorativi infrasettimanali.



La prossima edizione del corso "Il Concorso Docenti" di preparazione alla prova orale del concorso 2018 sarà a BOLOGNA sabato 1 dicembre 2018.

Quanto costa il corso? 
Il corso "Il Concorso Docenti" di preparazione alla prova orale dei 4 concorsi 2018 e 2019 costa normalmente € 249,00, ma è possibile iscriversi al prezzo promozionale "first minute" fino al 24 ottobre 2018. Le iscrizioni saranno accettate fino ad esaurimento posti e comunque non oltre il 30 novembre  2018.

Com'è organizzata la giornata corsuale?
Si fa lezione in maniera molto intensiva, dalle h. 09:00 alle 13:00 e dalle h. 14:00 alle 16:30. Dalle 16:30 si passa all’applicazione pratica dei format con lavoro di gruppo. 

INFORMAZIONI 
Per informazioni più dettagliate, ricevere la modulistica e conoscere le procedure per l’ eventuale iscrizione è possibile visitare il sito web www.ilconcorsodocenti.it  o inviare una mail a info@mediastaff.com. In alternativa potete telefonare ai numeri 0187 518940,  ESCLUSIVAMENTE nel seguente orario:
- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 19:00;
- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00. 
Nel caso in cui non si abbia risposta, si prega di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate
Leggi ...