Breaking News

martedì 20 ottobre 2020

Quando un Attestato conseguito al termine di un corso di dattilografia è considerato valido per le graduatorie del personale A.T.A e per quali profili viene valutato?


estratto da www.formazioneata.it

Nella FAQ 16 del MIUR si legge: " FAQ 16: Che cosa si intende con l'espressione "Attestato di addestramento professionale per la dattilografia o attestato di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da altri enti pubblici (si valuta un solo attestato)" contenuta nelle tabelle di valutazione dei titoli allegate al DM 640 del 2017.

Si tratta di attestati rilasciati al termine di corsi istituiti da enti pubblici, anche se gestiti da privati ma pur sempre istituiti da soggetti pubblici. Il semplice accreditamento di un ente per la formazione non è condizione sufficiente perché gli stessi siano riconosciuti. I corsi devono essere istituiti dallo Stato o da altri enti pubblici.".

L'attestato deve pertanto riportare chiaramente i riferimenti alla delibera di istituzione del corso, da parte del soggetto pubblico, sia esso un comune, una provincia ed una regione e solo in secondo ordine i riferimenti all'ente di formazione gestore del corso, con gli eentuali accreditamenti. Secondo il al DM 640 del 2017, gli attestati di addestramento professionale per la dattilografia sono valutati 1 punto solo per il profilo Assistente Amministrativo (AA), mentre non vengono valutati per i Collaboratori Scolastici e altri profili ATA.

Per informazioni o per chiedere una Consulenza telefonica gratuita e professionale, su come ottimizzare la propria posizione in graduatorie, con attenta analisi della situazione di partenza ed individuazione degli eventuali interventi formativi, per migliorare il proprio posizionamento nelle graduatorie ATA telefonare a Mediastaff Istituto Kant global learnin provider ai nr.i 0187 518940 o 0187 21442 o 393 9103965

nel seguente orario:

- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 17:00;

- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00

o tramite email a info@mediastaff.com

Per informazioni dettagliate su tutti i profili ATA, sull'inquadramento retributivo e sulle modalità di reclutamente visitare il sito web www. formazioneata.it 



Leggi ...

domenica 18 ottobre 2020

Personale ATA - profilo Assistente Amministrativo: cosa fa, dove può lavorare, quanto guadagna, come può migliorare la posizione in graduatoria?


ATA - profili area B

Profilo: Assistente Amministrativo (AA)

Dove può lavorare?

Gli assistenti amministrativi sono impiegati in tutte le istituzioni scolastiche, di ogni ordie e grado.

Qual'è il requisito di accesso necessario per essere inseriti in graduatoria?

Il requisito d'accesso è il possesso di un diploma di maturità

Quali sono i compiti e le mansioni degli assistenti amministrativi?

L’Assistente amministrativo era un tempo definito applicato di segreteria e può essere impiegato nella segreteria amministrativa o nella segreteria didattica. 
Nelle istituzioni scolastiche ed educative dotate di magazzino può essere addetto, con responsabilità diretta, alla custodia, alla verifica, alla registrazione delle entrate e delle uscite del materiale e delle derrate in giacenza. Ha competenza nella tenuta dell'archivio e del protocollo. Esegue attività lavorativa richiedente specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure anche con l'utilizzazione di strumenti di tipo informatico.

Qual è la retribuzione di un Assistente Amministrativo?
Lo stipendio netto indicativi di un Assistente Amministrativo, parametrato ad un orario di lavoro di 36 h. la settimana e al netto di eventuali indennità o assegni a vario titolo è di 
€ 1.205,00 netti

Quali sono i corsi che possono migliorare la posizione in graduatoria del personale ATA relativamente al profilo di Assistente Amministrativo (AA)?

La normativa di riferimento è il DM 640 del 30/08/2017. In base a quella, i titoli valutabili per i vari profili del personale ata, sono diversi per tipologia e punteggio attribuito, in relazione al profilo di appartenenza. Per il profilo di assistente amministrativo sono valutabili i seguenti titoli/corsi, proposti da Mediastaff Istituto Kant global learning provider:

- ECDL/ICDL Specialised IT Security - 1 esame - 1 certificato - 0,60 punti **

- ECDL/ICDL Base - 4 esami - 2 certificati- 0,50 punti;

- ECDL/ICDL Standard/Full Standard - - 7 esami - 4 certificati- 0,60 punti;

- Corso di addestramento professionale per la Dattilografia - con attestato rilasciato da Ente Pubblico - 1 punto

- Qualifica Coordinatore Amministrativo - 1,5 punti

Per informazioni o per chiedere una Consulenza telefonica gratuita e professionale, su come ottimizzare la propria posizione in graduatorie, con attenta analisi della situazione di partenza ed individuazione degli eventuali interventi formativi, per migliorare il proprio posizionamento nelle graduatorie ATA telefonare a 0187 518940 o 0187 21442 o 393 9103965

nel seguente orario:

- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 17:00;

- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00

o tramite email a info@mediastaff.com

Per informazioni dettagliate su tutti i profili ATA, sull'inquadramento retributivo e sulle modalità di reclutamente visitare il sito web www. formazioneata.it 


Leggi ...

giovedì 15 ottobre 2020

Personale ATA: cos'è, quali sono i profili e le mansioni? Quanto si guadagna e come si può migliorare la posizione in graduatoria?


estratto da www.formazioneata.it

Chi è il personale ATA?

Il personale ATA ovvero amministrativo, tecnico e ausiliario (abbreviato ATA), è il personale non docente che lavora nella scuola italiana ovvero il personale amministrativo, tecnico e ausiliario degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali.

Svolge funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza collegate all'attività delle istituzioni scolastiche.

La discliplina generale è contenuta nel d.lgs. 16 aprile 1994, n. 297. L'inquadramento e le mansioni, dopo la contrattualizzazione del pubblico impiego precedente l'avvio della privatizzazione del diritto del lavoro pubblico in Italia, sono state stabilite dal CCNL "Istruzione e Ricerca"

Compiti e funzioni del personale ATA

I compiti del personale ATA possono essere riassunti dalle mansioni inerenti:

  • le attività espressamente previste dall'area di appartenenza;
  • da incarichi specifici che, nei limiti delle disponibilità e nell'ambito dei profili professionali, comportano l'assunzione di responsabilità ulteriori, e dallo svolgimento di compiti di particolare responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del piano dell'offerta formativa.

Inoltre il personale ATA - similmente a quello docente in Italia - può essere titolare di incarichi di supplenze in caso di carenza del personale docente e comunque entro la data 31 dicembre dell'anno scolastico qualora non sia possibile provvedere alla copertura di tali incarichi e semprechè essi non siano già stati assegnati a personale già di ruolo.

I Profili del personale ATA

Il personale ATA è suddiviso in diversi profili professionali, raggruppati in quattro Aree.

È possibile entrare in graduatoria attraverso concorsi e selezioni pubbliche.

Ai sensi del decreto del Ministro della Pubblica Istruzione 19 aprile 2001 n. 75 i profili professionali previsti sono quelli di:

  • Assistente amministrativo;
  • Assistente tecnico;
  • Addetto alle aziende agrarie;
  • Collaboratore scolastico;
  • Cuoco;
  • Guardarobiere;
  • Infermiere;
  • Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA).
Lo Stipendio del personale ATA

Gli otto profili professionali che rientrano tra il Personale ATA, percepiscono stipendi differenti. Le differenze sono giustificabili in base al titolo di studio richiesto, alle mansioni espletate e in base alle differenti responsabilità.

Stipendi netti indicativi dei vari profili, parametrati ad un orario di lavoro di 36 h. la settimana e al netto di eventuali indennità o assegni a vario titolo:

- Collaboratore scolastico: € 1.107,00 netti;
- Assistente amministrativo: € 1.205,00netti
- Assistente tecnico: € 1.205,00 netti
- Guardarobieri: € 1.205,00 netti
- Infermiere: € 1.205,00 netti
- Cuochi: € 1.205,00 netti
- Direttore dei servizi generali ed amministrativi DSGA: € 1.529,00 netti

Queste informazioni sono tratte dal sito web www.fomazioneata.it
Visitando il sito potrai avere un quadro completo della normativa, inquadramento dei vari profili del personale ata, delle modalità di reclutamento e trovare suggerimenti preziosi per pianificare al meglio la tua strategia punti, in vista dell'imminente aggiornamento delle graduatorie della III fascia ATA, previsti per la primavera 2021


Leggi ...

venerdì 25 settembre 2020

Graduatorie Personale ATA III fascia: in uscita i bandi. Come incrementare velocemente il punteggio per migliorare la propria posizione con il corso ECDL/ICDL con esame a distanza più famoso d’Italia

Prof. Pierino Vittorio Guerisoli - assodocenti

Mancano pochi mesi alla pubblicazione del nuovo bando per l’aggiornamento delle graduatorie triennali di III fascia per le supplenze del personale ATA (amministrativo, tecnico e ausiliario nelle scuole statali. L’ultimo bando risale al 30 agosto 2017 (DM 640/2017) e quello nuovo, per il nuovo triennio potrebbe essere pubblicato fra l’inizio anno e l’estate del 2021 , anche se in considerazione del fatto, che la naturale scadenza sarebbe stata a fine settembre 2020, poi prorogata al 2021 per ritardi nella redazione dell’aggiornamento 2017.

Le nuove domande di aggiornamento/inclusione dovranno essere presentate entro 30 giorni dalla data di inizio prevista dal bando e sono riservate a diplomati per i ruoli di Assistente Amministrativo e Assistente Tecnico, a laureati in Scienze Infermieristiche per i posti da infermiere e a chi ha almeno un titolo di Qualifica Professionale triennale (la III media non è più sufficiente) per i Collaboratori Scolastici (bidelli), cuochi, guardarobieri e Addetti alle aziende agrarie.

Ogni quanto tempo vengono riaperte le graduatorie ed è possibile fare domanda?
Le graduatorie di III fascia vengono riaperte ed aggiornate ogni tre anni e sono particolarmente ambite, perché rappresentano il primo passo per essere chiamati, anche per brevi supplenze e poter accumulare titoli di servizio necessari per poter entrare nelle ulteriori graduatorie ATA 24 mesi, riservate a coloro che complessivamente, anche su periodi diversi, hanno accumulato almeno 24 mesi di servizio e che sono propedeutiche al ruolo e poter avere la sicurezza di un posto fisso nelle scuole statali.

Quali sono i requisiti e i titoli di studio per poter presentare domanda?

Ecco la tabella dei titoli di studio che bisogna avere per poter presentare domanda:

  • Collaboratore Scolastico (bidello): diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata minima triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.
  • Assistente amministrativo (segreteria): diploma di maturità;
  • Assistente tecnico (assistenti di laboratorio): qualsiasi diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale. Le specificità sono quelle definite, limitatamente ai diplomi di maturità, dalla tabella di corrispondenza titoli con laboratori vigente entro il termine di presentazione della domanda. A titolo esemplificativo, con il semplice diploma di Liceo Scientifico, si può far domanda per Assistente Tecnico (di laboratoro) per i Laboratori di Fisica e Gabinetto Scientifico, con gli altri diplomi di maturità ad altri laboratori secondo la tabella MIUR;
  • Cuoco: diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione (Alberghiero), settore cucina;
  • Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere;
  • Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di Operatore della moda;
  • Addetto alle aziende agrarie: diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico, operatore agro-industriale o operatore agro-ambientale;

Come ottenere un buon piazzamento in graduatoria?
Per incrementare il punteggio e avere un migliore posizione in graduatoria, in aggiunta ai titoli di studio richiesti, a lauree o attestati di qualifica professionali, gli unici titoli che possono essere, facilmente acquisiti da tutti, sono le Certificazioni Informatiche come ECDL/ICDL ai quali vengono solitamente attribuiti punteggi specifici, a seconda del profilo a cui si concorre.

In particolare fra tutte le certificazioni informatiche ECDL/ICDL Specialised è quella che attribuisce maggior punteggio. Fra le ECDL/ICDL Specialised, ECDL/ICDL Specialised IT Security è l'unica conseguibile in tempi ristretti, anche frequentando un corso in modalità WEBINAR in tempo reale.

I corsi ECDL Specialised IT Security, che ricordiamo è la certificazione informatica che ha in assoluto il miglior rapporto costo beneficio in termini di punteggi per il personale ATA, sono ora disponibili in versione WEBINAR con esame di certificazione ufficiale a distanza, in modalità sorvegliata.

Che cosa è un WEBINAR e quali vantaggi presenta rispetto ad un corso tradizionale?
A partire dal 24 marzo 2020, Mediastaff ha attivato la nuova versione WEBINAR del corso ECDL Specialised IT Security,con ESAMI A DISTANZA, che in conseguenza dell'emergenza COVID-19 è attualmente l'unico modo per prepararsi e sostenere gli ESAMI in tempi brevi e CERTI, secondo una programmazione già stabilita.

I corsi in modalità WEBINAR sono costituiti da una parte fruibile in TEMPO REALE, come se si partecipasse ad un corso PRESENZIALE, con la comodità di poter seguire le lezioni IN DIRETTA, collegati da casa proprio, con il proprio dispositivo connesso ad Internet. Per partecipare è possibile utilizzare il proprio PC, Tablet o Smartphone.

Il corso deve essere seguito con un calendario ed orario stabilito, ma nel caso in cui per motivi di forza maggiore l'iscritto non riesca a seguire una o più lezioni, potrà utilizzare la registrazione della lezione persa.

Al temine del corso seguirà l'esame di certificazione finale.

Quanti punti vengono riconosciuti per la certificazione conseguita?

Premesso che i punteggi definitivi saranno noti solo all’atto della pubblicazione del bando di aggiornamento delle graduatorie, che rimarrà aperto per soli 30 giorni, si può senz’altro fare riferimento alle tabelle dell’ultimo bando pubblicato nel 2017.

I punteggi secondo le tabelle pubblicate nel D.M. 640 del 30 agosto 2017 sono:

  • Fino ad un massimo di 0,60 punti per i profili di ASSISTENTI AMMINISTRATIVI, ASSISTENTI TECNICI, CUOCHI o di INFERMIERI;
  • Fino ad un massimo di 0,30 punti per i profili COLLABORATORI SCOLASTICI(Bidelli), ADDETTI ALLE AZIENDE AGRARIE E GUARDAROBIERI.

I 0,60 e 0,30 punti ottenibili rappresentano un incremento di punteggio notevole, perché le tabelle del personale ATA sono comunque articolate su pochi punti. I decimali fanno la differenza fra chi lavora e chi non lavora. Bastano veramente 0,30 punti di differenza per essere scavalcati da chi ha quel 0,30 punti in più.

Mediastaff Istituto Kant, Test Center ECDL accreditato fin dal 1998, è ora fra i Test Center selezionati ed autorizzati da AICA alla conduzione e sperimentazione della nuovissima modalità a distanza, in modalità sorvegliata (proctored mode).

Rispetto alla versione presenziale, articolato in un'unica lezione superintensiva, della durata di 9 ore, in modalità full immersione in unica giornata, che nel quinquennio 2015-2020, prima dell’emergenza COVID-19 è stata tenuta in tutte le regioni d’Italia ed è stata frequentata da quasi 40.000 persone, il corso in modalità WEBINAR è articolato in nr. 3 lezioni in tempo reale, da 3 ore ciascuna, su tre giornate consecutive, Di seguito il calendario delle edizioni programmate fino al giugno 2021: 

ECDL Specialised IT Security è la certificazione informatica che ha in assoluto il miglior rapporto costo beneficio in termini di punteggi docenti, anche nella versione webinar.


EDIZIONE

giorno 1

giorno 2

giorno 3

orario

pr. Scontato
FirstMinute

pr. Normale

1

28/09/2020

30/09/2020

05/10/2020

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 28/08/2020

€ 240,00
dopo il 28/08/2020

esame on line

10/10/2020

 

2

20/10/2020

22/10/2020

27/10/2020

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 20/09/2020

€ 240,00
dopo il 20/09/2020

esame on line

31/10/2020

 

3

19/11/2020

23/11/2020

26/11/2020

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 19/10/2020

€ 240,00
dopo il 19/10/2020

esame on line

28/11/2020

 

4

10/12/2020

15/12/2020

17/12/2020

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 10/11/2020

€ 240,00
dopo il 10/11/2020

esame on line

19/12/2020

 

5

14/01/2021

19/01/2021

21/01/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 14/12/2020

€ 240,00
dopo il 14/12/2020

esame on line

23/01/2021

 

6

18/02/2021

23/02/2021

25/02/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 18/01/2021

€ 240,00
dopo il 18/01/2021

esame on line

27/02/2021

 

7

18/03/2021

23/03/2021

25/03/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 18/02/2021

€ 240,00
dopo il 18/02/2021

esame on line

27/03/2021

 

8

15/04/2021

20/04/2021

22/04/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 15/03/2021

€ 240,00
dopo il 15/03/2021

esame on line

24/04/2021

 

9

20/05/2021

25/05/2021

27/05/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 20/04/2021

€ 240,00
dopo il 20/04/2021

esame on line

29/05/2021

 

10

17/06/2021

22/06/2021

24/06/2021

17:00-20:00

€ 200,00
fino al 17/05/2021

€ 240,00
dopo il 17/05/2021

In sole nove ore , in 3 lezioni da 3 ore ciascuna (nella versione presenziale le 9 ore vengono erogate in un’unica giornata), in videoconferenza a distanza in tempo reale, con esame UFFICIALE nella nuova modalità a distanza in modalità sorvegliata, con tutte le consuete garanzie di qualità, questo corso consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate nel 2017, attribuisce il massimo punteggio ottenibile da una delle certificazioni informatiche conseguibili per l’aggiornamento nelle graduatorie di istituto del personale ATA per tutti i profili.

Ricordiamo che le graduatorie vengono aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per i primi mesi del 2021

       Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la certificazione?
Non sono richieste conoscenze informatiche approfondite, sono sufficienti, per poter sostenere l’esame che consiste in quiz al pc, competenze veramente basilari e le competenze necessarie, saranno acquisite con il corso in presenza e con il materiale didattico inviato agli iscritti cinque giorni prima del corso. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame è sufficiente saper navigare in internet.

Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia obbligatorio aver già seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, ma non è così: chiunque abbia conoscenze informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può frequentare questo corso, per ottenere la certificazione a cui è stato riconosciuto il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole.
L'esame finale sarà effettuato a distanza, sul sistema che ogni Test Center accreditato ha in dotazione, 36 domande principalmente teoriche sulla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici e pratiche. TUTTI gli argomenti materia d’esame saranno adeguatamente trattati in maniera mirata ai fini del superamento della prova.

Come sono organizzati gli esami on line a distanza, in modalità sorvegliata e quali sono i requisiti per partecipare?
Mediastaff Istituto Kant, accreditata come Test Center ECDL/ICDL fin dal gennaio 1998, è stata selezionata da AICA, il referente unico per l’Italia, per la sperimentazione degli esami a distanza, in modalità sorvegliata. La sperimentazione ha coinvolto inizialmente meno di cinque test center italiani, scelti fra quelli ritenuti più affidabili, esperti e dotati delle competenze necessarie alla definizione di nuove modalità tecniche e procedurali.

Coloro che optano per gli esami in questa modalità: 

  • · DEVONO essere in possesso di personal computer ben funzionante, con connessione ad internet e corredato di microfono, altoparlanti e WEBCAM;

  •     I candidati che si collegheranno in ritardo rispetto all'orario di convocazione, potranno essere esclusi dall'esame. Coloro che diserteranno l’esame o non rispetteranno i turni assegnati, non potranno ripeterlo se non in coda a tutti i candidati pianificati, previo accordo con la segreteria Mediastaff Istituto Kant;
  • ·        L’esame avverrà in videoconferenza, previa identificazione dei singoli candidati con esibizione di documento di identità in corso di validità, tramite webcam e sarà sorvegliato in tempo reale dai ns. supervisori, sempre attraverso la webcam del computer del candidato;
  • ·        l'esame sarà registrato per eventuali ispezioni a campione sulla regolarità della condotta del candidato, che se rilevate nelle successive 48 h. lavorative potranno portare all'annullamento dell'esame;
  • ·        durante l’esame on line, dovranno essere rigorosamente applicate le medesime regole degli esami presenziali;
  • ·        nella stanza in cui il candidato svolge l’esame, con il suo personal computer non potranno essere presenti altre persone oltre al candidato;
  • ·        il tavolo su cui è posto il personal computer utilizzato per l’esame dovrà essere sgombro da qualsiasi altra cosa e non dovranno essere presenti fogli, appunti, telefoni;
  • ·        in un raggio di 1,5 mt. dalla postazione d’esame, non dovranno essere presenti, appunti, dispense o manuali;
  • ·        dopo l’inizio dell’esame, il candidato non potrà alzarsi per nessuna ragione, non potrà parlare con nessuno e non potrà utilizzare alcun dispositivo telefonico o video oltre a quello del personal computer utilizzato per la prova, pena l’annullamento immediato dell’esame;
  • ·        eventuali telefoni presenti nella stanza, a debita distanza di almeno 1,5 mt dalla postazione d’esame, dovranno essere rigorosamente silenziati e con vibrazione disabilitata;
  • ·        l’esito dell’esame sarà comunicato per e-mail, entro 48 h. lavorative, previa revisione della registrazione e delle possibili ispezioni a campione, per l’individuazione di eventuali comportamenti fraudolenti da parte del candidato, che potranno comportare l’annullamento della prova sostenuta. Il certificato ECDL/ICDL Specialised IT Security;

Si sente spesso dire che la Patente Europea del Computer ECDL è composta da 7 esami, come mai il vostro corso prevede un unico esame?
Su questo argomento occorre fare un po' di chiarezza, con il termine ECDL non si intende più un'unica certificazione come avveniva fino a pochi anni fa. Lo scenario è attualmente molto più complesso, dall'unica certificazione le "Patenti" europee del Computer ECDL sono oggi dodici titoli diversissimi per contenuti certificati, obiettivi e complessità. Per quanto riguarda i punteggi attribuibili per le graduatorie, il MIUR con il D.M. 640 del 30 agosto 2017, ha operato una semplificazione in 3 livelli: base, advanced e specialised. La certificazione rilasciata dal nostro corso è ECDL Specialised IT Security e da diritto al massimo punteggio ottenibile da una certificazione informatica.

Che differenza fra ECDL e EIPASS?
Sostanzialmente non ci sono grandi differenze, ma le certificazioni ECDL/ICDL sono le più diffuse a livello mondiale, mentre EIPASS è scarsamente diffusa al di fuori dell’Italia e di pochi altri paesi.

Quanto costa il corso?
Il corso ECD/ICDL Specialised IT Security con 3 LEZIONI in WEBINAR in tempo reale e possibilità di rivedere le lezioni registrate illimitatamente fino all’esame, con accesso alla piattaforma e-learning, manualistica pdf, simulazioni d'esame, compresa Skills Card e esame a distanza in modalità sorvegliata (Valutabile 0,60 punti per III fascia ATA Assistenti Amm.vi e Tecnici e 0,30 per i Collaboratori Scolastici, nelle graduatorie del personale ATA III Fascia) è normalmente di € 240,00 ma è proposto con lo sconto di € 40,00, pertanto il prezzo nel caso di iscrizione anticipata entro le date FirstMinute specificate sul modulo, il prezzo è di € 200,00 , con un preavviso minore il prezzo normale è di € 240,00. Il materiale didattico, l'accesso alla piattaforma e-learning verrà fornito entro 5 giorni dalla data di iscrizione per cui prima si procede ad immatricolarsi e più tempo si avrà per una preparazione accurata.

Com'è organizzato il webinar corsuale?
Il corso in presenza prevede una lezione molto intensiva, dalle h. 09:00 alle 13:00 e dalle h. 14:00 alle 19:00. La versione webinar è suddivisa in 3 lezioni da 3 ore ciascuna, articolate in 3 giornate, dalle h. 17:00 alle 20:00 La suddivisione in 3 giornate si è resa necessaria perché la frequenza a distanza, risulta poco efficace quando la lezione dura più di 3 ore. Il corso è comunque intensivo, in quanto le giornate sono ravvicinate. Nelle 3 giornate, il docente tratterà in maniera adeguata, tutti gli argomenti d'esame, evidenziando ogni possibile criticità, anche lessicale che il candidato potrebbe trovare in esame, il tutto nell'ottica di facilitare il più possibile il superamento dell'esame, che sarà svolto nel più rigoroso rispetto delle procedure del soggetto certificatore (AICA), nella nuova versione a distanza in modalità sorvegliata (proctored mode). L'interattività tipica dei webinar, consentirà agli allievi di chiedere chiarimenti e ripetizioni in tempo reale, esattamente come in un corso presenziale.

Ogni candidato dovrà rispondere a 36 domande, delle quali 30 teoriche e 6 pratiche. Si sottolinea che tutte le possibili modalità pratiche saranno mostrate, analiticamente e ripetutamente, dal docente del webinar, per favorire la memorizzazione da parte dei corsisti. Per superare l'esame sarà necessario rispondere correttamente ad almeno il 75% delle domande in un tempo massimo di 45 minuti dalla prima all'ultima domanda. In caso di mancato superamento dell'esame, Mediastaff Istituto Kant garantisce la possibilità di ripetizione GRATUITA dell'esame ed eventualmente del webinar, in una successiva edizione, da scegliere fra quelle presenti nella programmazione Mediastaff Istituto Kant.

ATTENZIONE SCONTO FIRST MINUTE, con prezzo a € 200,00 anziché 240,00. Il periodo FirstMinute scade 30 giorni prima della data di inizio webinar.

ATTENZIONE le iscrizioni saranno accettate solo fino ad esaurimento posti e comunque SARANNO CHIUSE alle h. 24:00 del giorno prima della data di inizio webinar.


Clicca qui per scaricare il modulo in formato pdf per eventuale iscrizione


Visita il sito web www.formazioneata.it per avere un quadro completo della normativa, profili e suggerimenti sulla migliore formazione per incrementare il punteggio ATA o per consulenza su cme incrementare il proprio punteggio

INFORMAZIONI
Per informazioni più dettagliate, ricevere la modulistica e conoscere le procedure per l’eventuale iscrizione è necessario inviare una mail (anche vuota) al risponditore automatico corsiscuola@mediastaff.com, attivo 24 h. su 24, 7 giorni su 7. Riceverete una risposta immediata. In alternativa potete telefonare ai numeri 0187 518940 , 0187 21442 o 393 9103965 ESCLUSIVAMENTE nel seguente orario:
- da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 19:00;
- il sabato dalle h. 09:00 alle 13:00.
Nel caso in cui non si abbia risposta, si prega di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate.
In alternativa può visitare il sito web www.ecdldocenti.it in cui troverà informazioni dettagliate sul corso, oppure clicchi sul seguente link per scaricare il modulo di iscrizione in formato pdf:
http://www.mediastaff.com/pdf/moduli/contrattoCorsiECDL.pdf

 

Leggi ...

mercoledì 2 settembre 2020

GPS 2020 in pubblicazione. Tantissimi gli errori. Come presentare reclamo e far rettificare il punteggio senza spendere nulla. Importante agire subito ed in modo corretto

 


Prof. Pierino V. Guerisoli - Assodocenti
Caos pubblicazione Graduatorie Provinciali GPS. Mancano ancora molti ambiti territoriali e moltissimi sono gli errori. Iniziano i ricorsi, al momento tramite semplice reclamo. Se non accolti i ricorsi alla giustizia amministrativa saranno migliaia
  
Lunedì 31 agosto 2020, era la data prevista per la pubblicazione delle nuove Graduatorie Provinciali Docenti GPS. Com’era prevedibile, stante la mancanza di linee guida e direttive precise da parte del Ministero dell’Istruzione, tale scadenza non è stata rispettata in tutte le provincie. Alla mezzanotte del 1 settembre le GPS erano state pubblicate in meno della metà delle provincie italiane e in moltissimi casi, i punteggi attribuiti sono palesemente errati, per le scelte operate, senza un indirizzo comune, dai vari Uffici Scolastici per i vari ambiti territoriali e in molti casi dalle cosiddette “scuole polo” a cui sono state materialmente demandati i controlli della fase precedente la pubblicazione delle graduatorie e la redazione delle stesse.

In queste ore, vari Uffici Scolastici stanno ancora pubblicando le graduatorie.

Quest’anno, a differenza di quando avveniva in passato, con le vecchie graduatorie d’Istituto di seconda e terza fascia, o di altro tipo, non è più prevista la pubblicazione di graduatorie in due fasi: graduatoria provvisoria, seguita in un secondo tempo dalle c.d. Graduatorie Definitive. Questa volta le GPS sono definitive e salvo rettifiche, sempre ammissibili, con specifici provvedimenti in autotutela, da parte dell’Ufficio che le ha redatte, saranno utilizzabili immediatamente, dalle singole istituzioni scolastiche, per la stipula dei contratti di lavoro a tempo determinato (supplenze).

Come mai questi ritardi nella pubblicazione delle graduatorie?

La procedura per la validazione delle domande non era chiarissima e i vari Uffici Scolastici hanno affidato alle c.d. “Scuole Polo” senza direttive precise su come operare (v. qui). Questo ha generato il caos e ogni Ambito Territoriale, ma sarebbe meglio dire, ogni scuola polo e talvolta ogni incaricato alle operazioni, si è mosso autonomamente utilizzando gli strumenti che aveva (o non aveva).

Quali sono gli errori più ricorrenti?

E’ successo di tutto. Sono stati valutati titoli non dichiarati, o sono stati valutati in maniera erronea. Sulla base di considerazione assolutamente erronee, in assenza di indicazioni precise da parte del ministero, qualche incaricato, ha deciso di applicare le tabelle del D.M. 374/2017, notoriamente abrogate da quelle dell’O.M. 60/2020. In altri casi, anche se la cosa può apparire grottesca, sono stati riconosciuti punteggi per servizi mai prestati, in altri sono stati calcolati punteggi negativi per il servizio. E’ evidente che in quest’ultimo caso si tratti di errori materiali, probabilmente derivanti dall’imperizia nell’utilizzo di strumenti informatici di produttività individuali (fogli di calcolo).

Alcuni, fra cui anche alcuni sindacalisti, interpellati da loro assistiti, rispondono che l’univo modo per far rettificare i punteggi sia un ricorso al TAR o al Consiglio di Stato, è veramente così?

Di primo acchito potrebbe essere così, visto che non esiste più la differenza fra graduatorie provvisorie e definitive, anche se in base ai principi generali e alla prassi amministrativa è possibile invocare il cosiddetto potere di autotutela, per il quale l’amministrazione, resa edotta dell’errore commesso, può in qualsiasi momento annullare o rettificare un provvedimento, onde tutelare l’ufficio dalle possibili conseguenze, anche risarcitorie, derivanti da una probabile soccombenza in sede giudiziale. In pratica, l’ufficio scolastico, una volta analizzata la situazione specifica, sulla base di un formale reclamo, ben redatto, argomentato e circostanziato, può avere la convenienza di accogliere le obiezioni presentate e procedere alla rettifica del punteggio. Per massimizzare la possibilità di accoglimento del Reclamo, è importante che sia ben redatto, con argomentazioni valide e ben esposte.

E’ vero che qualche Ufficio Scolastico si è già adoperato per la correzione di errori?

Si vari uffici scolastici, sulla base delle segnalazioni e reclami, hanno rettificato i punteggi, già prima della pubblicazione delle GPS di competenza. In alcuni casi, alcuni uffici scolastici, con uno slancio di creatività, si sono inventati una procedura, non prevista dal ministero per queste graduatorie, pubblicando sul sito istituzionale, avvisi con la possibilità per gli interessati di presentare segnalazioni di errori entro un tempo arbitrario di 3 o 5 giorni dalla pubblicazione.

Come muoversi se si ritiene che il punteggio assegnato sia errato e quali sono le tempistiche per agire? Qual è la procedura corretta per chiedere la rettifica del punteggio?

E’ importante essere tempestivi ed agire immediatamente:

  • La prima cosa da fare è controllare scrupolosamente il proprio punteggio ed elencare i maniera chiara e concisa le proprie ragioni. E’ possibile utilizzare il modello word da noi predisposto che sarà fra poco scaricabile qui.
  • Va compilato con i propri dati e riferimenti, indicando in maniera chiara e ben argomentata le motivazioni per le quali si ritiene siano stati commessi errori;
  • Va poi stampato, firmato e scansionato ed inviato per Raccomandata con Ricevuta di Ritorno sia all’Ufficio Scolastico dell’Ambito Territoriale di riferimento che ha pubblicato le graduatorie, che alla Scuola Polo che ha materialmente effettuato i controlli e redatto le graduatorie;
  • Bisogna immediatamente anticipare la scansione del reclamo, possibilmente tramite PEC o in alternativa con posta elettronica ordinaria (PEO) sia all’Ufficio Scolastico dell’Ambito Territoriale di riferimento che ha pubblicato le graduatorie, che alla Scuola Polo che ha materialmente effettuato i controlli e redatto le graduatorie

Cosa fare se il reclamo non è ammesso?

A quel punto, non rimane che procedere per via amministrativa, con ricorso al TAR, da presentare entro 60 giorni dalla data della pubblicazione della Graduatoria, o al Consiglio di Stato, entro 120 giorni dalla pubblicazione. Mentre il reclamo non richiede l’intervento di un legale, i ricorsi al TAR, come quelli al Consiglio di Stato debbono essere presentati tramite uno studio legale specializzato in Diritto Amministrativo e sono piuttosto onerosi

 scarica il modello word per reclamo all'USP

V. anche

GPS docenti 2020-2022: scaduti i termini per le domande, iniziano le verifiche titoli. Nessuna direttiva ministeriale. Indicazioni utili per le segreterie delle scuole, per non sbagliare

Certificazioni informatiche o attestati? C’è differenza? Quali sono valutabili per le nuove Graduatorie Provinciali (GPS) e d’Istituto?




Leggi ...