Breaking News

martedì 29 settembre 2015

IMPERIA 21 NOVEMBRE 2015 - CORSO DOCENTI per 3 PUNTI GRADUATORIE ISTITUTO e TITOLI PER CHIAMATE DIRETTE (L. 107/2015) IN UN GIORNO



Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.

Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


IMPERIA, è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 21 NOVEMBRE 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al 0183  738048  oppure alla ns sede centrale al 0187 518940, dalle h. 15:30 alle 19:00 o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@mediastaff.com 

ATTENZIONE!!!
Rispondiamo al telefono SOLO nel seguente orario:

  • da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 12:30 e dalle h. 14:00 alle h. 18:00;
  • il sabato dalle h. 10:00 alle 12:30


Nel caso in cui non si abbia risposta, si pregra di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate
Leggi ...

lunedì 21 settembre 2015

Rivoluzione ECDL, cambia tutto. A La Spezia i corsi per conseguire il certificato più richiesto in concorsi, graduatorie e università


La Patente Europea del Computer ECDL si è rinnovata nei contenuti e si avvia a diventare un percorso formativo destinato a durare tutta la vita, basato su un modello riconosciuto in 150 paesi del mondo e facente parte integrante del Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze recentemente istituito nel nostro paese. 
Dal 2015 la NUOVA ECDL sostituisce completamente, la vecchia Patente Europea "classica" denominata ECDL CORE LEVEL, mandata definitivamente in pensione dopo quasi vent'anni di onorato servizio, nei quali è divenuta la certificazione delle competenze informatiche trasversali a qualsiasi profilo professionale, più diffusa e affermata nel mondo.
Quali sono i numeri di ECDL?
I numeri sono semplicemente impressionanti: ECDL denominata anche ICDL (International Computer Driving Licence) nei paesi extraeuropei, è diffusa, da quasi vent'anni, in oltre 150 paesi ed è possibile sostenere gli esami, in più 50 lingue, in 24.000 sedi di esami nel mondo, delle quali circa 3.000 in Italia. Sono più di 12.000.000 le persone che hanno iniziato un percorso di certificazione ECDL e si stima che venga condotto 1 esame ECDL ogni 4 secondi. Quando si parla di Certificazione delle competenze informatiche di base, con spendibilità planetaria, non ci si può che riferire ad ECDL/ICDL, gli altri modelli di certificazione, semplicemente sono molto meno diffusi e conseguentemente spendibili.
Perché è importante aver conseguito la Patente Europea del Computer ECDL?
L'importanza di ECDL, soprattutto nella sua nuova declinazione, è evidente sulla base dei riconoscimenti pubblici e privati. Da qualche anno, diverse istituzioni, come il Ministero della Pubblica Istruzione, Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, assegnano un determinato riconoscimento, sotto forma di punteggi alla certificazione ECDL, cosa che ha certamente contribuito al suo successo in Italia. Ad esempio gli insegnanti delle scuole pubbliche che conseguono ECDL ottengono il riconoscimento di punteggi validi per le graduatorie e anche Marina Militare ed Esercito, riconoscono punteggi ai candidati ai concorsi per Volontari di Ferma Prolungata, così come sempre più sono le Amministrazioni Pubbliche che oltre ad attribuire significativi punteggi al possesso dell'ECDL, la inseriscono fra i requisiti d'accesso.
Cosa cambia rispetto alla "vecchia" ECDL?
La Nuova ECDL si compone di due certificazioni: ECDL Base ed ECDL Full Standard.
ECDL Base contiene le competenze considerate necessarie per l'alfabetizzazione digitale. E' composta da quattro moduli dedicati alle conoscenze fondamentali per l'uso del computer e degli altri strumenti digitali, per l'utilizzo del Web, per la scrittura ed il calcolo con programmi a ciò dedicati.
Sulla base della certificazione di tali competenze, essenziali per essere pienamente "cittadini digitali", è possibile accedere a competenze più specializzate conseguendo la certificazione ECDL Full Standard. In questa certificazione sono previsti anche moduli dedicati all'utilizzo di programmi per realizzare presentazioni, e due moduli del tutto nuovi dedicati alla online collaboration (per usare strumenti di collaborazione in rete, con PC o in mobilità, social network, applicazioni in cloud ed alla IT Security, così da utilizzare in modo sicuro le tecnologie digitali proteggendo la propria identità e i dati, garantendo la sicurezza della connessione, degli strumenti digitali utilizzati, delle reti a cui si accede.
Perché è importante conseguire la Nuova Patente ECDL o aggiornare quella "vecchia"?
Per attestare in ogni ambito lavorativo o accademico, il possesso di indispensabili competenze aggiornate e certificate. In particolare la NUOVA ECDL FULL STANDARD, la nuova certificazione, che dal 1 gennaio 2015 sostituisce completamente, la vecchia Patente Europea "classica" ECDL CORE LEVEL è attualmente l'UNICA CERTIFICAZIONE con accreditamento ACCREDIA, che in forza di tale accreditamento è l'unica di tipo "trasversale", comune, cioè, a tutte le figure professionali, non solo del mondo ICT. L'accreditamento è una garanzia, fornita da una terza parte designata dallo Stato italiano, per l'appunto ACCREDIA, dell'imparzialità, correttezza, assenza di discriminazioni e trasparenza del processo di certificazione, a tutela di tutti i soggetti coinvolti (AICA, Test Center, Persona certificata) e di tutte le parti interessate (datori di lavoro, scuole, università, pubblica amministrazione): accresce la fiducia nelle competenze attestate dal Certificato e la loro circolazione nella società e sul mercato. L'accreditamento è una garanzia di spendibilità del Certificato per la persona certificata, di affidabilità per l'impresa e per le Istituzioni che lo riconoscono.
In particolare, l'accreditamento rende la certificazione ECDL Full Standard conforme al Decreto Legislativo n. 13 del 16 Gennaio 2013, il quale stabilisce che i certificati emessi da privati, come AICA, possono entrare a far parte del Sistema Nazionale, purché accreditati dall'organismo italiano competente. Con l'accreditamento, ECDL Full Standard può quindi inserirsi nel Sistema Nazionale delle Certificazioni e nel Registro Nazionale delle Competenze, rafforzandone la spendibilità.
E la vecchia ECDL Core Level?
La vecchia ECDL CORE LEVEL non ha la stessa spendibilità, perché sprovvista di accreditamento ACCREDIA, inoltre dal 31/12/2014, la ECDL tradizionale è stata mandata "in pensione" ed è stata sostituita dalla NUOVA ECDL.
Dove e come frequentare i corsi per la nuova ECDL e sostenere gli esami di certificazione?
Mediastaff è Test Center accreditato con continuità dal 1997, è pertanto il centro con la maggiore esperienza di tutta la Provincia della Spezia ed uno dei più esperti a livello nazionale.
Per la nuova ECDL, sono disponibili due tipi di corso, uno breve, della durata di 16 ore, per chi che ha già la certificazione, nella sua versione tradizionale, conseguita da non più di cinque anni e uno completo, della durato di 60 ore, per chi non ha mai conseguito l'ECDL o possiede il titolo da più di cinque anni.
Per iscriversi e per informazioni, rivolgersi alla Mediastaff di La Spezia, in viale Italia 121, a 50 mt. dall'Ufficio Scolastico Provinciale (ex Provveditorato agli Studi) e dall'Ospedale, l'orario di apertura al pubblico della segreteria è dal lunedì al venerdì, dalle h. 16:00 alle 18:30. 
Si può anche telefonare al nr. 0187 518940 o scrivere a ecdl@mediastaff.com
(
si tratta di un risponditore automatico, attivo 24 h. al giorno, 7 giorni su 7, che entro pochi istanti dal ricevimento della vs email (anche vuota) vi invierà informazioni complete sul corso e modulistica per eventuale iscrizione sulle edizioni disponibili )
Leggi ...

venerdì 18 settembre 2015

LA SPEZIA 28 NOVEMBRE 2015 - CORSO DOCENTI CON CERTIFICATO PER CHIAMATE DIRETTE SECONDO L. 107/2015 E 3 PUNTI PER LE GRADUATORIE D’ISTITUTO, IN UN GIORNO


Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.

Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


LA SPEZIA, è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 28 NOVEMBRE 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al nr 0187 518940  dalle h. 15:30 alle 19:00 o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@mediastaff.com 

ATTENZIONE!!!
Rispondiamo al telefono SOLO nel seguente orario:

  • da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 12:30 e dalle h. 14:00 alle h. 18:00;
  • il sabato dalle h. 10:00 alle 12:30


Nel caso in cui non si abbia risposta, si pregra di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate
Leggi ...

lunedì 14 settembre 2015

DOCENTI: in tutta Italia corsi in una giornata, certificati da 3 punti per graduatoria d'istituto e validi per CV per "chiamate dirette" previste da L. 107/2015



Una giornata di corso  in presenza, nelle principali città italiane, con esame finale, per conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate, attribuisce ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari non abilitati, che aspirano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, ma utilizzabile anche per il potenziamento del Curriculum Docente, in vista delle chiamate dirette, previste dalla nuova Legge 107 del 13 luglio 2015

Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più. 
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard "Curriculum Europeo", dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà probabilmente assegnato alle Competenze informatiche certificate secondo standard riconosciuti come una delle Patenti Europee del Computer ECDL e alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata almeno al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, l'appartenenza a gruppi /associazioni professionale, Pubblicazioni, Riconoscimenti, Conferenze e/o Progetti curati, esperienze master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi il secondo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.

Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo starebbe predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, siano valutabili come titoli culturali, con punteggi da definire. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli


Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL ?
Dal 1998, fra i primi in Italia, Mediastaff è accreditata come Test Center per l’erogazione degli esami ECDL. Ogni mese, agosto compreso è possibile sostenere gli esami per le certificazioni ECDL di tutti i tipi e livelli e EUCIP ITAF.
Per il secondo anno, abbiamo organizzato in varie città italiane, corsi finalizzati al conseguimento della certificazione ECDL Specialised IT Security, che in una sola giornata, consentono di sostenere anche l’esame che da diritto a ben tre punti per le graduatorie delle supplenze e che saranno sicuramente utili, anche per i docenti di ruolo, per l'inserimento nel CV docente, che sarà alla base delle chiamate dirette e in base alla nuova L. 107/2015.

Dove e quando previsti i corsi?
Alla data odierna (10 ottobre 2015), disponibili le seguenti edizioni:


  • Fidenza (PR) 16/01/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 16/12/2015 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 16/12/2015;
  • Modena 23/01/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 23/12/2015 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 23/12/2015;
  • Trieste 30/01/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 30/12/2015 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 30/12/201;
  • Perugia 06/02/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 06/01/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 06/01/2016;
  • Pisa 13/02/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 13/01/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 13/01/2016;
  • Bari 20/02/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 20/01/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 20/01/2016;
  • La Spezia 27/02/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 27/01/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 27/01/2016;
  • Roma 05/03/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 05/02/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 05/02/2016;
  • Savona 12/03/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 12/02/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 12/02/2016;
  • Biella 19/03/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 19/02/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 19/02/2016;
  • Tarquinia (VT) 25/03/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 25/02/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 25/02/2016;
  • Catania 02/04/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 02/04/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 02/04/2016;
  • Brescia 09/04/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 09/04/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 09/04/2016;
  • Ancona 16/04/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 16/03/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 16/03/2016;
  • Forte dei Marmi (LU) 23/04/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 23/03/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il 23/03/2016;
  • Nuoro  30/04/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 30/03/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  30/03/2016;
  • Milano  07/05/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 07/04/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  07/04/2016;
  • Lamezia Terme (CZ)  14/05/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 14/04/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  14/04/2016;
  • Firenze  28/05/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 28/04/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  28/04/2016;
  • La Spezia  11/06/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 11/05/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  11/05/2016;
  • Bologna  18/06/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 18/05/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  18/05/2016;
  • Venezia  02/07/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 02/06/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  02/06/2016;
  • Verona  04/07/2016 € 240,00 per chi si iscrive entro il 04/06/2016 - € 299,00 per chi si iscrive dopo il  04/06/2016;

Le date successive, saranno pubblicate appena disponibili

Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e quindi aspirare al titolo?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole.

La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di quasi due anni?
Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 16 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per il concorso preannunciato nel settembre 2014, il cui bando sembrerebbe in uscita fra marzo e aprile 2015.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.

A febbraio 2016, saranno riaperte le graduatorie di II fascia, per coloro che si sono abilitati successivamente alla precedente scadenza del giugno 2014. La certificazione rilasciata alla fine del vostro corso serve?
Con il D.M. 248 del 4 maggio 2015, aggiornato dal D.M. 326 del 3 giugno 2015, il Miur ha infatti definito le  finestre semestrali (1° agosto e 1° febbraio di ciascun anno) di inserimento in II fascia, come previsto dal D.M. 353/2014. In pratica tutti coloro che completeranno il TFA o PAS, conseguendo l’abilitazione entro e non oltre il 1 agosto 2015 o il 1 febbraio 2016, potranno accedere alla II fascia, a prescindere dall’essere già inseriti in III fascia o meno.

Il decreto richiama le tabelle di valutazione del precedente DM 308 del 15 maggio 2014, già utilizzate in precedenza con il bando del 23 maggio 2014, per cui è probabile l’attribuzione di 3 punti per coloro che saranno in possesso, alla data definita dai bandi, di una certificazione ECDL di livello Specialised come IT Security

Da chi è organizzato il corso e come è riconosciuto?
Il corso è organizzato e gestito da Mediastaff Education & New Media, società con sede a La Spezia, che vanta un'esperienza quasi ventennale nella formazione professionale, informatica, linguistica e aziendale. Mediastaff è uno dei più esperti Test Center italiani, nella conduzione di esami per la Patente Europea del Computer ECDL, in tutte le sue versioni, ufficialmente accreditata da AICA, l'unico ente Italiano che "governa" su tutto il territorio nazionale il "sistema" ECDL e accredita tutti i Test Center, ossia le strutture pubbliche, universitarie o private, presso le quali si possono sostenere gli esami delle certificazioni ECDL (European Computer Driving Licence/Patente Europea del Computer).
Nello specifico AICA, oltre ad aver accreditato Mediastaff e la sua struttura tecnica e organizzativa, la autorizza a gestire esami "on site" in varie località italiane, agli allievi dei suoi corsi. Il corso fa parte dell'iniziativa ECDL Specialised IT Security tour, con la quale Mediastaff sta portando in tutta Italia il format di questo corso, rivolto nello specifico (ma non solo) ai docenti e agli aspiranti docenti delle Scuole di ogni ordine e grado, di tutto il territorio nazionale. 

L'iniziativa e i suoi risultati, sono stati presentati, su richiesta di AICA a Didamatica 2015, la 29^ edizione del convegno promosso annualmente da AICA, che si propone di fornire un quadro ampio e approfondito delle ricerche, degli sviluppi innovativi e delle esperienze in atto nel settore dell’Informatica applicata alla Didattica, nei diversi domini e nei molteplici contesti di apprendimento, dedicato a tutta la filiera della formazione.





Il valore delle ECDL al di fuori del mondo della Scuola?
Varie amministrazioni pubbliche, fra cui il MIUR, le Forze Armate, le Forze di Polizia, le ASL, etc., riconoscono la Patente Europea del Computer ECDL nelle sue varie declinazioni (tutte comunque governate da AICA v. sopra), attribuendo punteggi per concorsi e selezioni. I punteggi dipendono dai singoli provvedimenti normativi e/o bandi.  

Per quanto riguarda il MIUR, allo stato attuale della normativa, vengono riconosciuti punteggi per le graduatorie dei docenti di II e III fascia (v. sopra) e per il personale ATA, di tutti i profili, dagli assistenti amministrativi, agli assistenti tecnici, ai collaboratori scolastici.

Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla sede centrale Mediastaff di La Spezia, telefonando al nr. 0187 518940 o scrivendo all'indirizzo email corsiscuola@mediastaff.com

ATTENZIONE!!!
Rispondiamo al telefono SOLO nel seguente orario:

  • da lunedì al venerdì, dalle h. 09:00 alle h. 12:30 e dalle h. 14:00 alle h. 18:00;
  • il sabato dalle h. 10:00 alle 12:30


Nel caso in cui non si abbia risposta, si pregra di richiamare in altro momento SEMPRE nelle fasce orarie indicate
Leggi ...

giovedì 10 settembre 2015

SALERNO 7 NOVEMBRE 2015 - CORSO DOCENTI CON CERTIFICATO PER CHIAMATE DIRETTE SECONDO L. 107/2015 E 3 PUNTI PER LE GRADUATORIE D’ISTITUTO, IN UN GIORNO



Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.

Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


SALERNO, è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 7 NOVEMBRE 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al nr 089 8427684 o 0187 518940  o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@formazioneperlascuola.it
Leggi ...

martedì 8 settembre 2015

CECINA(LI) 31 OTTOBRE 2015 - CORSO DOCENTI CON CERTIFICATO PER CHIAMATE DIRETTE SECONDO L. 107/2015 E 3 PUNTI PER LE GRADUATORIE D’ISTITUTO, IN UN GIORNO


Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.

Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


CECINA (LI), è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 31 ottobre 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al nr 0586 1946334 o 0187 518940  o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@formazioneperlascuola.it
Leggi ...

MILANO 24 OTTOBRE 2015 - CORSO DOCENTI CON CERTIFICATO PER CHIAMATE DIRETTE SECONDO L. 107/2015 E 3 PUNTI PER LE GRADUATORIE D’ISTITUTO, IN UN GIORNO


Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.

Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


A MILANO, è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 24 ottobre 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al nr 02 37904318 o 0187 518940  o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@formazioneperlascuola.it
Leggi ...