Breaking News

domenica 6 settembre 2015

VERONA 17 OTTOBRE 2015 - CORSO DOCENTI CON CERTIFICATO PER CHIAMATE DIRETTE SECONDO L. 107/2015 E 3 PUNTI PER LE GRADUATORIE D’ISTITUTO, IN UN GIORNO


Molti insegnanti e aspiranti insegnanti, lo chiamano ancora DDL, anche se non è più un DDL (Disegno di Legge), la Riforma della Scuola, nota anche come “Buona Scuola” è una Legge dello Stato, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il 13 Luglio 2015 e quindi ormai pienamente operativa ed applicata, anche se il contenuto non è ancora noto ai più.
Uno dei punti più controversi e contestati, della nuova legge è quello della chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici. In pratica i dirigenti scolastici, in conformità ai nuovi POFT (Piani dell’offerta formativa triennali), assegneranno ai docenti selezionati, incarichi triennali. La selezione avverrà in base al Curriculum e ad un’eventuale colloquio. Varie fonti, ipotizzano che, il contenzioso sarà piuttosto consistente e conseguentemente i dirigenti dovranno prestare la massima attenzione, perché dovranno comunque motivare le scelte e le non scelte e a tal proposito l’attività degli ispettori MIUR sarà senza dubbio potenziata.
Il curriculum, che quasi sicuramente dovrà essere redatto secondo le standard CV Europeo, dovrà contenere le esperienze e competenze professionali, comunicative, organizzative e gestionali. Particolare risalto sarà dato alle Competenze informatiche certificate, secondo standard riconosciuti come ECDL Patente Europea del Computer, in una o più delle oltre venti declinazioni, così come alla conoscenza di almeno una lingua straniera, certificata come minimo al livello B2, da uno degli Enti certificatori delle competenze in lingua straniera del personale scolastico, ai sensi del DPCM 98/2014 dell’11 febbraio 2014, master e altri titoli di studio in aggiunta a quello di accesso.
La formazione certificata, sarà pertanto fondamentale per esser scelti.
Mediastaff Education & New Media, propone quindi un nuovo ciclo del corso ECDL Specialised IT Security, che in sole otto ore, in un’unica giornata in presenza con esame finale, consente di conseguire la certificazione che, sulla base delle ultime tabelle pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014, attribuiva ben 3 punti, per  l’inserimento nelle graduatorie di istituto degli insegnanti precari abilitati e non abilitati (II e III fascia), che aspiravano a lavorare come supplenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Le graduatorie, venivano aggiornate ogni tre anni e la prossima scadenza è prevista per il 2017.
In base a tale normativa la Patente Europea del Computer ECDL è titolo riconosciuto per l’inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di II e III fascia, ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola media, valide per il conferimento delle supplenze al personale docente della scuola dell’infanzia primaria e secondaria ed artistica e al personale educativo e conseguentemente appare evidente che sarà fra i titoli più idonei per l’inserimento nei nuovi curriculum docente.
Nel caso di nuovi bando di concorso per l’inserimento in ruolo nella scuola, che valore avranno le certificazioni?
In effetti, come riportato da vari organi di stampa, il governo sta predisponendo le procedure per il nuovo concorso a cattedra dei docenti nella Scuola pubblica. Molti interessati ci chiedono se, analogamente a quanto è avvenuto negli ultimi bandi per le supplenze del personale docente e non docente, pubblicati nel 2014,
La risposta è ovviamente ancora impossibile, sul piano normativo, a meno di non avere la classica “sfera di cristallo”. Sul piano logico, appare molto probabile e quasi scontato che, analogamente a quanto avvenuto per gli ultimi bandi per le supplenze per docenti di II e III fascia, le certificazioni ECDL e linguistiche, saranno valutabili come titoli culturali, con criteri da definire a livello di POFT. Più incerto, ma possibile il possesso di certificazioni “informatiche e digitali”, come PREREQUISITO obbligatorio per l’accesso al concorso.
Considerato che solitamente, le domande devono essere presentate entro 30 giorni, dalla data di pubblicazione dei bandi, è consigliabile approntare una strategia, ad ampio raggio, per stare tranquilli.


Dove formarsi e come sostenere gli esami per le certificazioni ECDL e quando è previsto il prossimo corso?
La nuova Legge 107 del 13 luglio 2015 “La buona Scuola”, prevede il superamento del sistema della graduatorie e l’adozione dei cosiddetti “albi” territoriali, che senso ha darsi da fare per acquisire punteggi, che forse non saranno valutati?
La scadenza del 2017, appare un po’ lontana. Perché affannarsi a frequentare un corso a distanza di due anni?


A VERONA, è prevista un'edizione del corso, strutturato in un’unica giornata, per complessive otto ore, che terminerà con l'esame di certificazione ECDL Specialised IT Security.
La prossima edizione è prevista per sabato 17 ottobre 2015, con orario 09:00-18:00 al termine della lezione saranno tenuti gli esami .
Quali sono i requisiti per poter frequentare il corso, sostenere l’esame e conseguire la cetificazione?
Non è richiesta alcuna conoscenza informatica se non il saper utilizzare funzionalità veramente di base, per poter sostenere l’esame, che consiste in quiz al pc. In pratica per accedere al corso, durante il quale si acquisiranno tutte le competenze necessarie a sostenere proficuamente l’esame, è sufficiente saper navigare in internet. Molti pensano che per conseguire una certificazione ECDL Specialised, sia necessario  aver prima seguito i percorsi di grado inferiore, come ECDL Core o Advanced, invece non è così, per cui chiunque, con conoscenze  informatiche veramente minime e senza alcuna precedente certificazione, può  frequentare e ottenere il massimo punteggio per le supplenze nelle scuole. L'esame finale, sarà effettuato sul sistema in dotazione di tutti i Test Center, accreditati, ed è composto da 32 domande, di cui solo due, pratiche e tutte le altre su argomenti teorici relativi alla sicurezza informatica a livello di "utenti finali" non informatici, che ripetiamo, saranno adeguatamente trattati, in maniera mirata all'effettuazione dell'esame, con le migliori possibilità di superamento.

Come riportato all’inizio di questo articolo, sulla base della nuova LEGGE 13 luglio 2015, n. 107, le graduatorie interne d'istituto e i relativi criteri, saranno definiti a livello di pof triennali (fra l'altro non si chiameranno più graduatorie interne) e anche qui, visto che la formazione è uno dei punti cardine della nuova legge, nei criteri adottati, per evitare contenzioso e rilevazioni negative, da parte degli ispettori ministeriali, la cui attività sarà potenziata, potrà anche se potremmo dire dovrà essere riconosciuta la formazione con certificazioni internazionali e riconosciute, come per l'appunto ECDL, nelle sue varie declinazioni e livelli, corsi sulla didattica con LIM e TABLET e le certificazioni linguistiche riconosciute e in generale. Anche qui varrà il discorso che chi ha investito tempo e denaro sulla sua formazione, potrà avere maggiori chances 
Molto probabilmente, nel 2017, le graduatorie esisteranno ancora, perché difficilmente sostituibili. 
Ad ogni modo non esistono certezze, su nulla, perché la nuova legge non è esaustiva e devono ancora uscire decreti attuativi e circolari esplicative, quindi buona parte dei docenti ed aspiranti docenti, interessati alla prossima scadenza di riapertura delle graduatorie del 2017, continuano a darsi da fare, per acquisire titoli validi per i punteggi e anche noi, per  quanto riguarda il nostro lavoro, continuiamo a comportarci come prima e a proporre i nostri corsi.

Il Decreto Ministeriale nr. 308 del 15 maggio 2014, attribuisce fino ad un massimo di 4 punti per le certificazioni informatiche e digitali, come ad esempio ECDL, da 3 a 6 punti per chi possiede certificazioni linguistiche riconosciute, e 3 punti per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello. In definitiva, chi consegue certificazioni informatiche per un massimo di 4 punti, certificazioni linguistiche e frequenta fino a tre corsi di perfezionamento o master, può arrivare a conseguire fino a 19 punti in un triennio. Infine c’è la possibilità, come confermato da autorevoli esperti, che per le certificazioni, siano attribuibili punteggi anche per i concorsi preannunciati varie volte.  Per questo è opportuno, pianificare per tempo e adeguatamente una vera e propria strategia punti.
Per iscriversi e per informazioni (posti limitati), rivolgersi alla Mediastaff telefonando al nr 045 4770594 o 0187 518940  o scrivere all'indirizzo Email corsiscuola@mediastaff.com o info@formazioneperlascuola.it

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina